Print Friendly

Superstars SPA: doppietta Audi con Morbidelli

di
 Alessandro Vai

Sotto una pioggia incessante l’Audi RS5 di Gianni Morbidelli ha dominato le due gare della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, di scena sui saliscendi del circuito di Spa-Francorchamps, sesto appuntamento stagionale. Morbidelli ha sfruttato al meglio le sue qualità di guida sul bagnato e il plus garantito dalla trazione integrale della sua Audi RS5, imponendosi sia in Gara 1, in cui partiva dalla pole position, sia in Gara 2, dove a causa dell’inversione della griglia partiva dall’ottava piazza.

In Gara 1 è stato tutto facile per Morbidelli, che è scattato al palo e non ha mai abbandonato la prima posizione. Alle sue le spalle c’era il compagno di squadra Johan Kristofferson, che ha ottenuto il punto extra del giro più veloce. In Gara 2 invece Morbidelli ha effettuato una bella rimonta; dopo essere partito dall’ottavo posto in griglia, nell’arco di pochi giri si è portato al comando facendo il vuoto alle sue spalle. Ma il weekend è stato molto positivo anche per Vitantonio Liuzzi.

Grazie a un terzo e un secondo posto ha consolidato la sua leadership in classifica piloti. Il portacolori della Mercedes AMG e del team Caal Racing ha tratto il massimo vantaggio dal ritiro in Gara 2 di Kristofferson, messo fuori gioco da un contatto con Camilo Zurcher, mettendo 19 punti tra sé e lo svedese. Allo stesso tempo ha portato a 22 punti il suo vantaggio sul pilota BMW Thomas Biagi, che ha collezionato un decimo e  un quarto posto. Liuzzi, tuttavia, è stato convocato dalla direzione gara per il duro duello con Andrea Larini.

La pioggia che ha preso dimora sui cieli sopra Francorchamps per tutto il weekend in Belgio ha comportato che questa volta lo schieramento Audi non dovesse tribolare col peso minimo cresciuto di cento chili o coi motori soffocati dai restrittori. Invece i piloti RS5 potevano concentrarsi sullo spremere il vantaggio offerto dalla trazione integrale in queste condizioni di aderenza, mentre i piloti di tutti gli altri modelli, a trazione posteriore, avrebbero dovuto lottare con lo scarso grip. Gianni Morbidelli, ha strappato la sua seconda pole 2012, precedendo Kristoffersson e dando vita ad una prima fila tutta argento, mentre le traiettorie si asciugavano al sole.

Ma domenica mattina la pioggia tornava a battere senza requie e la star di Audi Sport Italia doveva solo aspettare un po’ più del solito (visto che si sono compiuti due giri di lancio invece di uno) per far fruttare la sua posizione di partenza e creare un varco con la concorrenza nelle difficili condizioni proposte dall’asfalto. Dietro a Morbidelli il ventitreenne svedese, malgrado la poca esperienza del celebre tracciato, confermava il suo talento tenendo il passo del leader sulla Audi nei colori Camozzi, superando anche alcuni timori relativi alla selezione delle marce. A conferma riusciva anche a fare il giro più veloce della corsa per poi seguire il collega italiano sul podio, ed accorciando il divario dal leader del campionato Vitantonio Liuzzi di quattro punti. Kristoffersson scavalcava anche per l secondo posto Thomas Biagi.

La griglia invertita di gara 2 ospitava in prima fila il vincitore del Mugello Andrea Larini accanto a Schoeffer, mentre per Morbidelli e Kristoffersson la gara sarebbe iniziata dalla quarta linea dello schieramento. Morbidelli schizzava verso la testa del plotone e alla terza curva era già terzo, mentre l’Audi KMS era senza alcuna colpa messa in mezzo da una mischia alla curva Source insieme ad un paio di AMG Mercedes. Sebbene Kristoffersson riuscisse a passare il traguardo alla fine del primo giro in ottava posizione al passaggio seguente doveva fermarsi ai box con un ammortizzatore anteriore tranciato nella precedente collisione. Mentre la RS5 della KMS andava ai box Morbidelli era già in P1, dopo aver scavalcato con grinta da ragazzino Liuzzi and Larini.

Nel timore che la pioggia potesse cessare del tutto dando vita ad eccessiva usare delle gomme, il pesarese voleva costruirsi un buon margine con cui gestire la concorrenza. Così ha fatto, e poi la pioggia è tornata a battere e il timore è svanito con la quarta vittoria della RS5 Camozzi. Il secondo fine settimana perfetto di Morbidelli dopo Donington lo ha sospinto al quarto posto in classifica, sebbene 39 punti dietro al leader Liuzzi. L’italiano dell’Audi resta un outsider per il campionato, ma cosi come Spa lo ha rimesso in gioco la sfortuna di Kristoffersson lascia lo svedese a 19 punti da Liuzzi. Il pilota KMS però ha conservato il secondo posto, 22 punti dietro al leader BMW Thomas Biagi, che è tallonato adesso proprio da Morbidelli.

Classifica Gara 1

1 Gianni Morbidelli – Audi RS5 – 28’12″795
2 Johan Kristoffersson – Audi RS5 – +1″269
3 Vitantonio Liuzzi – Mercedes C63 AMG – +13″938
4 Luigi Ferrara – Mercedes C63 AMG – +15″725
5 Mika Salo – Maserati Quattroporte – +17″248
6 Camilo Zurcher – Mercedes C63 AMG – +23″843
7 Thomas Schöffler – Audi RS5 – +26″241
8 Andrea Larini – Mercedes C63 AMG – +36″874
9 Stefano Gabellini – BMW M3 E92 – +39″064
10 Thomas Biagi – BMW M3 E92 – +44″571
11 Francesco Sini – Chevrolet Lumina – +59″828
12 Luca Rangoni – Mercedes C63 AMG – +1’00″525
13 Jeff Smith – BMW M3 E92 – +1’14″378
14 Nico Caldarola – Mercedes C63 AMG – +1’17″121
15 Domenico Ferlito -Jaguar XF/R – +1’34″314
16 Paolo Meloni BMW M3 E90 +1’42″575
17 Mauro Cesari – Maserati Quattroporte – +2’03″695
18 Walter Meloni BMW M3 E90 +2’31″548
19 Max Pigoli -Jaguar XF/R – +2 giri

Classifica Gara 2

1 Gianni Morbidelli – Audi RS5 – 10 giri
2 Vitantonio Liuzzi – Mercedes C63 AMG – +11″991
3 Mika Salo – Maserati Quattroporte – +13″537
4 Thomas Biagi – BMW M3 E92 – +25″917
5 Luigi Ferrara – Mercedes C63 AMG – +28″470
6 Stefano Gabellini – BMW M3 E92 – +29″255
7 Thomas Schöffler – Audi RS5 – +31″638
8 Jeff Smith – BMW M3 E92 – +42″490
9 Nico Caldarola – Mercedes C63 AMG – +46″787
10 Max Pigoli -Jaguar XF/R – +49″007
11 Domenico Ferlito -Jaguar XF/R – +51″412
12 Alessandro Garofano – Mercedes C63 AMG – +1’02″380
13 Walter Meloni BMW M3 E90 +1’54″190
14 Andrea Larini – Mercedes C63 AMG – +2 giri
15 Paolo Meloni BMW M3 E90 +2 giri

Categorie:
Tag:
,
Azienda di riferimento: