Gli allievi del CSF A.Provolo con la loro auto elaborata
Print Friendly

A scuola di Tuning

di
 Domenico Sofia

A scuola di tuning! In tempi di crisi la scuola deve motivare i giovani, al CSF A. Provolo il tuning offre ai giovani una strada sicura e nuove speranze.

Continua dunque la sfida della scuola professionale CSF A. Provolo di Verona che, educa e forma i ragazzi agendo anche attraverso le loro passioni e interessi come nel caso del tuning per il settore dell’auto, ossia l’arte di apportare delle modifiche al proprio mezzo di trasporto nelle parti meccaniche, estetica e impianto audio per renderlo unico e speciale rispetto a tutti gli altri. Un giro d’affari che coinvolge milioni di appassionati, nella maggior parte giovani tra i 18 e i 36 anni, ma anche un mercato che sta crescendo soprattutto in Europa dove, in alcuni Stati come Germania, Inghilterra e Svizzera, il tuning è considerato quasi una “religione”, una passione che non ha confini.
E i numeri del tuning parlano chiaro: una previsione di all’incirca un miliardo di Euro di fatturato in un settore che potrebbe generare nuovi addetti tra le nuove generazioni soprattutto se la normativa sulle omologazioni fosse più snella ed allineata a quella tedesca.
E proprio per mettere insieme questa passione con le opportunità che si aprono sul mercato del lavoro, la scuola Provolo, da tre anni, ha investito nel progetto Provolo_ Tuning dando spazio a quello che oggi è diventato la “Realizzazione del sogno dei ragazzi”.Gli allievi del CSF A.Provolo con la loro auto elaborata

La scelta di un progetto sul tuning, infatti, è andata ad inserirsi nella direzione di continuità e di collegamento con il mondo del lavoro, vista l’attuale crescita e sviluppo di questo specifico comparto e alla luce della sua capacità di attirare l’attenzione, l’interesse e la curiosità dei giovani. Inoltre questo progetto ha permesso alla scuola e ai ragazzi di entrare in collegamento con tutto l’indotto dell’auto e dell’estetica dell’auto, aprendo così nuovi contatti e favorendo la scoperta di nuovi comparti e possibilità lavorative.
Creatività, concretezza, coinvolgimento, divertimento e passione sono state le parole d’ordine che hanno segnato il passaggio da una scuola tradizionale ad una scuola innovativa che si rivolge ai giovani e li stimola a prendere coscienza che il futuro dipende solo da loro. Un’esperienza fatta per lavorare principalmente sulla motivazione dei ragazzi e per favorire la loro crescita personale e professionale offrendo loro stimoli che li aiutino a sviluppare un loro progetto di crescita personale e professionale.
Maurizio Avesani, uno dei docenti che ha seguito e animato con grande dedizione il progetto tuning, sottolinea : “Già da qualche anno gli allievi creano e sviluppano un progetto annuale che viene presentato alle famiglie alla fine dell’anno scolastico. Il progetto consiste in lavorazioni meccaniche e di carrozzeria su vecchie auto in cui i ragazzi mettono in pratica le conoscenze e competenze acquisite durante i tre anni formativi. I progetti sono migliorati nel corso del tempo fino alla realizzazione del progetto  Provolo Tuning il nostro fiore all’occhiello. Non si finisce mai di imparare ma l’importante è cominciare bene e la scuola in questo è fondamentale e deve saper offrire gli stimoli giusti ai ragazzi, come un sogno da realizzare”.

Categorie:
, ,
Tag:

GUARDA ANCHE

ULTIME DISCUSSIONI DAL FORUM