Autodromo Nazionale “Franco di Suni” Mores

L'Autodromo Nazionale "Franco di Suni" è situato a Mores in provincia di Sassari, a metà strada tra i due Porti ed Aeroporti del Nord Sardegna, Olbia, Porto Torres e Alghero Fertilia. La completa fruibilità dell'autodromo è garantita dai frequenti collegamenti aerei e navali con l'isola. Il clima particolarmente mite si caratterizza per l’assenza di stop invernale per gelo e il basso numero di giornate piovose. L’ubicazione, a pochi chilometri dall’abitato di Mores è particolarmente riservata.
autodromo-mores-sardegna autodromo-mores-sardegna-vista-aerea

Planimetria - Per quanto riguarda la parte tecnica, il circuito è caratterizzato da carreggiate abbastanza ampie, poiché è largo da un minimo di 12 a un massimo di 14 metri. Tuttavia non è molto lungo, tant'è che non arriva ai due chilometri, bensì a 1650
metri, nonostante siano in corso anche se a fasi alterne, lavori di ampliamento che
prevedono una lunghezza complessiva minima di 3000 metri. Il senso di marcia è antiorario, ed è munito di nove curve, di cui quattro a destra e cinque a sinistra. Il nastro d'asfalto è contornato per tutta la sua lunghezza da ambo i lati, da banchine in erba, mentre le vie di fuga sono tutte cosparse di ghiaia. Al termine delle stesse, sono presenti diverse barriere composte da pneumatici, che servono ad assorbire eventuali urti con i guardrail.

LA STORIA - L'Autodromo Nazionale Franco di Suni, noto anche come Autodromo di Mores o Autodromo di Sardegna, è la prima ed unica struttura del suo genere nell’isola, in grado di ospitare gare automobilistiche e motociclistiche, in conformità con le norme tecniche e sportive emanate dalle federazioni garanti delle varie discipline, ossia FIA, CSAI ed FMI. Nato dall'idea dell'imprenditore e pilota automobilistico sardo, Uccio Magliona, è stato progettato dall'Ing. Pier Luigi De Biasio, e realizzato dall'impresa edile dello stesso Magliona. Nonostante la famiglia Magliona, si sia distinta particolarmente nell'ambito delle cronoscalate, anche a livello europeo, con la gestione di prototipi, ha focalizzato l'attenzione su un circuito permanente, destinato per lo più alle gare di velocità su pista. Oltre alla passione di Magliona, il circuito è dovuto anche all'attenzione che lo stesso, ha voluto regalare al proprio territorio, in quanto gli sport motoristici non hanno mai
preso piede in maniera forte, nell'isola. Da una parte per via della condizione geografica, che tende a lasciarla un po' in disparte rispetto al resto della Nazione e dell'Europa, un po' perché non essendo mai stata una regione particolarmente ricca, nonché basata essenzialmente su attività come agricoltura e pastorizia, ha risentito molto degli elevati costi da sostenere, per portare avanti un'attività quale quella di pilota automobilistico e motociclistico. Il circuito pertanto, assume un'importanza notevole nella storia e nella cultura sarda, dando vita ad una nuova epoca nonché a focalizzare l'attenzione anche a livello internazionale sull'isola. Il tutto infatti si inseriscein un particolare contesto, il cui circuito di Mores, ha dato l'input per una nuova valorizzazione dell'isola, con l'organizzazione di eventi internazionali legati ai motori, che al tempo stesso ben si inseriscono nell'ambiente e nelle tradizioni sarde, poiché ogni manifestazione, viene accompagnata da mostre tematiche che illustrano la vita e le tradizioni sarde, dove è possibile vivere l'isola per ciò che è, ossia non solo mare e spiagge, ma anche paesaggi interni per lo più incontaminati, con la possibilità di acquistare e utilizzare oggetti tipici del luogo, nonché assaggiare i cibi e le bevande locali. Il circuito è dedicato al marchese Franco di Suni, che per molti anni è stato presidente dell'Automobile Club di Sassari, ed ha contribuito in modo rilevante, allo sviluppo dell'automobilismo sportivo sardo. È uno dei più recenti tra gli autodromi italiani, i lavori di costruzione sono iniziati il 15 Luglio 2000 ed ultimati il 15 Marzo 2003, quando è stato ufficialmente inaugurato.

autodromo-mores

autodromo-mores

Caratteristiche Tecniche Autodromo Nazionale "Franco di Suni" Mores
Lunghezza Complessiva: 1.650 metri
Larghezza Massima: 14 metri
Larghezza Minima: 12 metri
Lunghezza Rettilineo: 450 metri
Numero curve:  9
A Destra:  4
A Sinistra: 5
Senso di Marcia: Antiorario
Banchine per tutto il perimetro: erba
Vie di Fuga: ghiaia
Prima Linea di Protezione: Guard-Rail
Barriere assorbimento urto: Pneumatici
Capienza Moto: 24
Capienza Auto: 20

Servizi Autodromo Nazionale "Franco di Suni" Mores
- Blocco tribuna posizionata su rettilineo di partenza capienza 3.000 persone;
- N. 20 Box per assistenza dotati di prese di corrente 220/380 V;
- N. 6 Box in locazione annuale per ricovero mezzi;
- Paddock pavimentazione in cemento mq 14.000;
- Parco chiuso con pavimento in cemento mq 1.500;
- Officina per verifiche tecniche mq 200;
- Servizi igienici Paddock;
- Servizi igienici pubblico;
- Uffici direzionali;
- Direzione Gara;
- Sala stampa;
- Sala diffusione sonora;
- Sala Commissari;
- Sala Cronometristi;
- Sala Tv a circuito chiuso;
- Snack-Bar Pubblico;
- Snack-Bar Paddock;
- Ristorante;
- Biglietteria;
- Centro di guida sicura "Uccio Magliona"

Immagine anteprima YouTube

VIDEO ON BOARD CIRCUITO MORES
Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube

 

logo-autodromo-mores
Tipologia:
Autodromo

Autodromo Nazionale “Franco di Suni” Mores

Località Su Sassu

07013 - Mores (SS) - Italia

Telefono:
079/706665
FAX:
079/706200
Email:
info@autodromosardegna.net
Sito:
www.autodromosardegna.net

GUARDA ANCHE

ULTIME DISCUSSIONI DAL FORUM