Auto Sportive

Renault Twingo RS

Twingo RS. Estetica aggressiva, motore 1.6 16V da 133 CV per 201 km/h e uno 0-100 km/h in 8,7 sec. E’ la piccola di Renault Sport disponibile con assetto Sport e cerchi da 16” o Cup con i 17”, a partire da 15.200 Euro.

Twingo RSRenault Sport debutta nel mondo delle piccole con una vettura veramente interessante. Compatta, leggera e potente ma soprattutto divertente e, come dicono loro, anche più democratica… non si tratta di politica, ma di portafoglio! La piccola RS, infatti, sarà la prima al di sotto dei 3,70 m e dei trenta milioni di vecchie Lire (15.200 €).

 

Twingo RSEsterni – Sprizza grinta da tutti i pori la nuova Twingo RS, che non nasconde certo la sua indole sportiva. Le sue credenziali sono basate sull’assetto ribassato, parafanghi allargati, carenatura pronunciata, spoiler posteriore e una grande bocca anteriore studiata per dare aria al potente 1.6 16V. Al posteriore spicca  il terminale di scarico cromato inserito nel paraurti con scudo bicolore. Due le versioni offerte Sport e Cup, che si differenziano per assetto, cerchi e spoiler; entrambe vantano l’abbinamento cromatico su base grigio scuro per i fendinebbia, gli specchietti e l’alettone posteriore. Personalizzabili anche gli esterni con 3 tipologie di stripping da applicare sulla carrozzeria disponibile in tre tinte metallizzate (nero, blu e grigio) e una opaca (rosso).

 

InterniTwingo RS – Pochi ma buoni gli interventi che caratterizzano gli interni rispetto alle versioni standard. Il marchio RS ci accoglie direttamente sulla soglia d’ingresso con il logo riportato sul battitacco. Anche gli schienali dei sedili avvolgenti sono “firmati”, così come il contagiri con zona rossa a 7.000 giri/min e spia di cambiata, posto frontalmente al “pilota”. Di chiara impostazione sportiva anche il volante in pelle traforata e la pedaliera in alluminio. Immancabili, per chi pretende qualcosa in più, gli accessori speciali griffati RS come il pomello cambio e la leva freno a mano in zamac cromo satinato, nonché la cuffia in pelle e alcantara. Piccoli dettagli (ce ne sono anche altri in catalogo) che possono fare la differenza per chi come noi vive di tuning e personalizzazioni!

 

Twingo RSMeccanica  – Il cuore della Twingo RS è il 1.6 16V modificato a dovere e in grado di erogare 133 CV a 6.750 giri/min, con una coppia max di 160 Nm a 4.400 giri/min. Questo risultato è frutto del lavoro svolto dal nuovo variatore di fase continuo, dai nuovi alberi a camme da 11 mm di alzata e da tanti altri interventi di ottimizzazione come l’incremento del rapporto di compressione sino agli attuali 11,0:1. Nuovi e inediti i collettori di scarico 4 in 1 che regalano un sound particolarmente piacevole alla piccola RS. Il cambio adottato è il solito 5 marce completamente rivisto in ottica sportiva con leveraggi corti e precisi. Anche lo sterzo è stato modificato, riducendo la demoltiplicazione a tutto vantaggio del piacere di guida. Sviluppata sulla base della Twingo GT, la RS dispone di carreggiate allargate di 60 mm all’anteriore e 59 mm al posteriore. Le barre antirollio sono di 21 mm davanti e 24 mm dietro. E’ disponibile in due versioni: Sport e Cup. La prima vanta un ribassamento di 10 mm e una rigidità incrementata del 30% per molle e ammortizzatori ed è dotata di pneumatici 195/45. La seconda con i 195/40 R17 è ulteriormente ribassata di 4 mm e più rigida del 10%. Esuberante anche l’impianto frenante con dischi ventilati da 280 mm all’anteriore e pieni da 240 mm al posteriore.

 

Impressioni di guidaTwingo RS –  L’abbiamo provata sulle tortuose strade del Portogallo su asciutto e bagnato, ed ecco le prime impressioni della Twingo RS!
Il 1.6 16V è reattivo e pronto con un sound coinvolgente e travolgente! Risponde bene ad ogni comando e non disdegna riprese anche ai medi regimi, vantando una buona coppia anche ai bassi. Ma è sopra i 4.500 giri che cambia voce e inizia a dire la sua, manifestando un’ottima progressione e un discreto allungo forse leggermente mortificato anche dal basso chilometraggio delle vetture in prova. Buono il cambio che si apprezza per precisione e manovrabilità, grazie ad innesti secchi e piacevolmente contrastati. Se sfruttato al massimo evidenzia qualche limite, ma nel complesso asseconda bene le velleità sportive dell’auto.
Guidare la Twingo RS tra le curve e i tornanti è veramente esaltante. Lo sterzo è piacevolmente diretto e preciso e con l’assetto Sport è più facile prevedere le reazioni della vettura che risulta subito intuitiva e comunicativa. Merito sia del rollio limitato ma presente che dei pneumatici 195/45 R16 meno estremi. Guidare la Cup regala un piacere ancora superiore. Ogni dosso, cunetta, avvallamento è sempre perfettamente percepibile; perciò se soffrite di schiena lasciate perdere! Precisa, veloce e reattiva, la RS “Cup” vi farà perdere la testa su strada, non oso pensare in pista! A conferma della bontà del progetto e del telaio, in entrambe le configurazioni, si trova un ESP (completamente disinseribile) meno fastidioso su strada grazie ad una taratura poco invasiva. Ottima anche la risposta dei freni potenti, ben modulabili e sempre all’altezza della situazione.

 

Twingo RSLe prestazioni
Potenza max: 133 CV
Coppia max: 160 Nm
Velocità max: 201 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h: 8,7 s
1.000 metri con partenza da fermo: 29,9 s

 

 

Renault

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button
Close