!GT Motorsport TuningCRONACA

Vetture personali ministri

La sobrietà governativa ama viaggiare sia su quattro che su due ruote, ma anche a piedi. Curiosando infatti tra le dichiarazioni dei redditi dei ministri del governo Monti pubblicate sul web, si rimane colpiti non solo dalle cifre a sei e sette zero dei loro redditi ma anche dal loro variegato e, talora singolare, parco macchine. A partire dal premier Mario Monti che dichiara il possesso di una Lancia Dedra e una Lancia K, mentre il suo collega Pietro Giarda invece si muove con una Seat Ibiza. Il titolare della Farnesina Terzi possiede una Harley-Davidson, mentre incredibile ma vero i ministri Ornaghi, Profumo e Riccardi vanno a piedi.

Mario Monti (premier): Lancia Dedra (immatricolata nel ’95), Lancia K (immatricolata nel ’98)

Elsa Fornero (Welfare): Toyota Aygo (immatricolata nel 2011)

Paola Severino (Giustizia): Daihatsu M3 (immatricolata nel 2006), Toyota Aj3 (2009)

Corrado Passera (Sviluppo): Mercedes Classe A 180 (2010)

Piero Gnudi (Turismo e Sport): Fiat Stilo (2003), Audi A3 (2008)

Filippo Patroni Griffi (Pubblica amministrazione):  Bmw 320 (2005), Ford Fiesta (2010), Toyota Yaris (2001)

Giampaolo Di Paola (Difesa): Mercedes Classe B (2009), Volkswagen Polo (2004)

Giulio Terzi (Esteri): Golf 2.5 (2012), Ford Focus (2004), Harley-Davidson 883 (2005)

Pietro Giarda (Rapporti con il Parlamento): Seat Ibiza

Annamaria Cancellieri (Interno): Toyota Land Cruiser

Mario Catania (Politiche agricole): Golf

Corrado Clini (Ambiente): Fiat 500

Fabrizio Barca (Coesione territoriale): Renault Kangoo

Francesco Profumo (Istruzione): non dichiara auto e moto

Lorenzo Ornaghi (Cultura): non dichiara auto e moto

Andrea Riccardi (Cooperazione internazionale):  non dichiara auto e moto

Renato Balduzzi (Salute): Subaru B9 Tribeca, Fiat Multipla, Fiat Panda

Enzo Moavero (Affari Europei): Lancia Y

Articoli Collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di ELABORARE ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Elaborare