TUNING

SISTEMA DI RACCOLTA FIRME

 

1. PREMESSA

La raccolta firme può avere inizio il giorno successivo alla pubblicazione sulla GU dell’avvenuto deposito della legge e può durare al massimo sei mesi. Terminati i quali la raccolta non può continuare e le firme raccolte devono essere almeno 50000.

La raccolta delle firme è regolata da una precisa procedura legislativa che prevede l’utilizzo di MODULI PER LA RACCOLTA FIRME ove siano indicati i dettagli della legge proposta e i dati di pubblicazione sulla G.U, Sui moduli il firmatario deve apporre la propria firma che deve essere AUTENTICATA (da un qualunque funzionario comunale abilitato a farlo -dentro o fuori il comune e anche in comuni non di residenza del firmatario-)  e CERTIFICATA (la certificazione può essere fatta SOLO dal comune di residenza del firmatario)

2. METODO DI RACCOLTA FIRME LEGGE DELEGA PROGETTO PRO-TUNING basato sul PRRF (PUNTO DI RIFERIMENTO RACCOLTA FIRME)

Il sistema di raccolta firme è basato sull’anello fondamentale costituito dalla figura del PRRF.

CHI PUO’ ESSERE PRRF, COSA FARE PER DIVENTARLO?

Il PRRF è semplicemente una persona, convinta della validità dell’iniziativa della proposta di legge, che si assume dei piccoli compiti organizzativi (indicati in dettaglio al punto 3.) che ci permettono di condurre l’intera operazione (per la quale TUTTI NOI LAVORIAMO GRATIS) a costi quasi nulli, sfruttando al massimo i canali di comunicazione di ELABORARE. Per diventare PRRF basta inserire i propri dati al AL FORMAT RICHIESTA DATI .  il sistema abiliterà automaticamente al ruolo di PRRF. Nel caso che il ruolo per quel comune fosse già stato coperto da un altro PRRF (che ne ha fatto richiesta prima) il richiedente può  essere semplicemente un firmatario.

CHE COMPITI HA?

Ha compiti diversi nelle due fasi in cui abbiamo suddiviso l’operazione:

Nella fase A di pre-deposito legge assume l’incarico di PRRF (avvisando il sistema centrale organizzato da ELABORARE.

Nella fase B di post-depostito, si reca nel proprio comune di riferimento a depositare i moduli  raccolta firme (che devono essere vidimati dal comune) e tiene aggiornato il sistema centrale di ELABORARE  sul numero di firme raccolte; infine, passati i sei mesi, ritira i moduli firmati dal comune e li invia per posta ad ELABORARE

La procedura dettagliata che deve seguire il PRRF nelle due fasi è la seguente (3):

 3. PROCEDURA DETTAGLIATA CHE DEVE SEGUIRE IL PRRF

 (A) fase pre-deposito legge:

  1. visionare il modulo per la raccolta firme (che fino al deposito della legge non può essere corredato dei dati corretti.. quindi si trova a titolo di esempio e per fare prove di stampa ) o ritirare il modulo (esempio) presso i raduni, le manifestazioni, le fiere i clubs che ciascuno di noi potrà organizzare allo scopo;
  2. comunicarci (via informatica, mediante la compilazione del format precostituito, i dati per l’accettazione del ruolo e il numero di firme su cui è CERTO che potrà contare .. numero che deve aggiornare mano a mano che aumenta (si spera aumenti!).

questo secondo punto è fondamentale per avere una stima del minimo numero di firme che potremmo raccogliere fino a quel momento. Il deposito della legge avverrà quando questo numero (che è un numero evidentemente minimo) sarà sufficientemente elevato da permetterci di credere che arriveremo alle 50000… non prima. 

 (B) fase post-deposito la legge:depositare il modulo in comune (uno o più di uno),

  1. depositare il modulo nel proprio comune ed essere il primo firmatario del modulo stesso;
  2. comunicarci l’avvenuto deposito (via informatica, mediante l’aggiornamento del  format precostituito;
  3. INVITARE IL MAGGIOR NUMERO DI PERSONE A RECARSI A FIRMARE.
  4. comunicarci periodicamente (con periodicità mensile) il numero delle persone che ha firmato (lo può sapere chiamando il comune dove ha depositato il modulo)
  5. passati i sei mesi ritirare il modulo dal comune ed inviarlo per posta ad ELABORARE con la dicitura che verrà indicata format di richiesta dati

 4. MODALITA’ DI RECLUTAMENTO PRRF

4.1 MEDIANTE ELABORARE E TUTTI I CANALI DI COMUNICAZIONE AD ESSA LEGATI

Il comitato si occuperà di divulgare a più di 100000 persone l’iniziativa e di informare sulle modalità di raccolta firme indicate in questo documento

4.2 MEDIANTE PRRF

Ogni PRRF può generare PRRF fornendo tutte le informazioni contenute in questo documento a chiunque ritenesse interessato

4.3 MEDIANTE MANIFESTAZIONI, RADUNI, FIERE (modalità di reclutamento PRRF E RACCOLTA FIRME)

In questo paragrafo viene data indicazione su come reclutare PRRF nell’ambito di fiere o manifestazioni organizzate da clubs o altro e su come (in fase B) raccogliere firme nell’ambito delle manifestazioni

Primo passo:  PER IL RECLUTAMENTO DI PRRF  occorre  DARE INDICAZIONE CHIARA A TUTTI DELLA PROCEDURA E DEI COMPITI DEI PRRF usando questo documento da distribuire ed esplicandone i contenuti. Successivamente occorre procedere come segue:

 Fase A pre-depostito legge 

  1. Si invitano ai banchi di informazione (ed eventualmente di distribuzione dei moduli -si ricorda che solo dopo il deposito della legge potremo avere quelli definitivi con la data del deposito) solo coloro che intendono divenire PRRF
  2. Vengono consegnate al potenziale PRRF le indicazioni sulla procedura da seguire 
  3. Il PRRF attiva la procedura COMPITI DEL PRRF del punto 3 .( A)

 Fase B post-deposito legge CASO IN CUI NON SIA PRESENTE UN AUTENTICATORE  

  1. Si invitano ai banchi di informazione (ed eventualmente di distribuzione dei moduli definitivi) solo coloro che intendono divenire PRRF
  2. Vengono consegnate al potenziale PRRF le indicazioni sulla procedura da seguire (COMPITI DEL PRRF)
  3. Il PRRF attiva la procedura COMPITI DEL PRRF del punto 3. B

 CASO IN CUI SIA PRESENTE UN AUTENTICATORE 

  1. Ci si dota del DATABASE (che verrà fornito da ELABORARE) con l’elenco dei comuni già coperti da PFFR
  2. Si invitano ai banchi di informazione e raccolta firme, dove saranno presenti i moduli prestampati, per primi coloro che intendono divenire PRRF ed in seguito gli altri
  3. se il comune che intende coprire il PRRF non è coperto dal DATABASE DI ELABORARE allora si procede al reclutamento del nuovo PRRF altrimenti si invita la persona a recarsi a firmare presso il proprio comune
  4. Vengono consegnate al potenziale PRRF le indicazioni sulla procedura da seguire (COMPITI DEL PRRF)  del punto 3B
  5. Vengono registrati i dati del PRRF (gli stessi richiesti al punto 1A dal FORMAT) generalità, comune dove depositerà il modulo
  6. Viene registrata ed autenticata la firma del PRRF sul modulo del suo comune di riferimento
  7. si invita il PRRF a ripassare dal banco alla fine della raccolta firme per ritirare il modulo da depositare al suo comune
  8. si crea un registro dei comuni ‘coperti dai PRRF’ mano a mano che questi si presentano al banco e se ne registrano i dati
  9. si ripete la procedura dei punti 4  5  6, facendo attenzione, per ogni nuovo PRRF, che il comune di riferimento non sia già inserito nel registro. Se lo fosse il potenziale PRRF diventa un semplice firmatario del comune e viene invitato a firmare il modulo relativo al proprio comune
  10. esauriti i potenziali PRRF si passa alla raccolta delle firme di tutti quelli che appartengono a comuni coperti da PRRF
  11. per coloro che appartenessero a comuni ‘non coperti da PRRF’ ma volessero firmare, occorre far capire loro che senza un PRRF di riferimento non è applicabile la procedura e andranno persi dei voti… QUINDI OPERA DI CONVINCIMENTO A DIVENTARE PRRF! Se non riesce occorre registrare a parte il dato relativo al comune non coperto da inviare a parte al comitato

IMPORTANTE: chi intende organizzare raduni con RACCOLTA firme deve preventivamente avvertire il SISTEMA CENTRALE DI ELABORARE che provvederà a fornire il database dei comuni già‘coperti’ da PRRF. Questo eviterà la generazione di doppi PRRF

NEL CASO CHE NEL DATABASE DI ELABORARE IL COMUNE RISULTASSE GIA’ COPERTO OCCORRE INVITARE I FIRMATARI A RECARSI DIRETTAMENTE NEL PROPRIO COMUNE PER LA FIRMA

 4.4 MODALITA’ DI RACCOLTA FIRME PRESSO IL COMUNE

Se ne occupa il PRRF  con le modalità descritte al paragrafo COMPITI DEL PRRF ai punti 3A) e 3B) nelle due fasi pre e post deposito legge. 

5.  IMPORTANZA DEL PRRF E DEL RECLUTAMENTO DI PRRF

Occorre generare il maggior numero di PRRF possibile.. questo è l’anello della catena (della quale non disponiamo perché non siamo né un partito né un sistema gerarchico precostituito) che ci permetterà di riuscire nell’operazione della raccolta delle 50000 firme.. 

La generazione avverrà da parte di ELABORARE con tutti i canali di comunicazione possibili (newsletter che verrà inviata a tutti gli iscritti al forum ed ai clubs e attraverso pubblicazione sulla rivista) che dovrebbe portare a creare un gran  numero di PRRF 

Da parte del comitato e del popolo tuning (clubs compresi) in tutti i modi possibili ed immaginabili che si vogliano e possano utilizzare.. ogni mezzo (legale!) è lecito… liberissimi di fare qualunque tipo di propaganda, con qualunque tipo di mezzi, qualunque cassa di risonanza, qualunque mezzo di comunicazione di cui si disponga.. usare raduni, manifestazioni, feste… ogni occasione serve per reclutare PRRF. 

FONDAMENTALE E’ PASSARE PAROLA..  METTERE ALTRI IN CONDIZIONE DI FARE ESATTAMENTE CIO’ CHE STIAMO FACENDO NOI NEL REPERIRE ALTRI PRRF, FORNENDO A TUTTI QUESTO DOCUMENTO 

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche

Close
Back to top button
Close