Olio additivo lubrificanteTecnica

Come utilizzare gli additivi per lubrificanti e migliore le prestazioni dell’auto

Come scegliere i nemici dell’attrito, ovvero gli additivi per lubrificanti più adatti a migliorarare le prestazioni dell'auto

Come utilizzare gli additivi per lubrificanti e migliorarare le prestazioni dell’auto? Ecco come fare per scegliere i nemici dell’attrito, ovvero i prodotti che da sempre attirano l’attenzione di tecnici e appassionati per le loro straordinarie caratteristiche.

Gli additivi per lubrificanti e l’olio motore

Ogni moderno olio è composto da un lubrificante base a cui viene aggiunto un “pacchetto” di additivi per migliorarne determinati aspetti e caratteristiche: antischiuma, antiossidanti, detergenti, disperdenti, anticorrosivi, antiruggine, correttori di viscosità, antiusura per alte pressioni e promotori di scorrevolezza sono quelli più conosciuti.

La famiglia analizzata è quella dei cosiddetti riduttori di attrito e antiusura per alte pressioni (EP), che assicurano una migliore affidabilità e, talvolta, un piccolo aumento di potenza dovuto ad una riduzione degli attriti.

Sconfiggere l’attrito con gli additivi per lubrificanti

Numerosi sono i vantaggi garantiti dai vari produttori/distributori di additivi per lubrificanti: riduzione degli attriti e dell’usura, incremento della potenza e della coppia, abbassamento delle temperature di esercizio, diminuzione della rumorosità e dei consumi, permanenza di un velo d’olio anche a freddo per facilitare il primo avviamento e ridurre l’elevata usura generata in questa delicata fase.

L’antesignano dei lubrificanti polarizzati è stato il ricino, caduto in disuso (non nei due tempi da competizione) per la grande quantità di morchie e residui gommosi lasciati nel propulsore.

Cosa sono gli additivi per lubrificanti?

La grande efficienza e l’affidabilità dei moderni propulsori sono state raggiunte grazie ai progressi nell’elettronica, nella metallurgia e alla perfezione delle lavorazioni meccaniche, ma gran parte del merito della loro attuale longevità è da attribuire agli oli lubrificanti di ultima generazione e agli additivi in essi miscelati (si parla di poche parti su cento fino a poche parti su mille, se si escludono i correttori di viscosità).

Come utilizzare gli additivi per lubrificanti e migliore le prestazioni dell’auto

Due gruppi di additivi per lubrificanti

Gli additivi antiusura, antiattrito e “portatori di cavalli” si dividono in due gruppi: gli additivi con molecole solide e gli additivi completamente liquidi. Talvolta vengono miscelati tra loro per sfruttare le rispettive peculiarità.

I superlubrificanti su internet
www.nanomoto.it
www.bardhal.it
www.molikote.com
www.ceramic-powerliquid.com
www.megalube.com
www.sintoflon.com
www.slick50.com
www.uniglide.co.za
www.liqui-moly.de
www.renox.com
www.x1rcorp.com

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti degli additivi per lubrificanti è su Elaborare 257.

Tecnica additivi per lubrificanti su Elaborare 257

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 257 Febbraio 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020
Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020

Tags

redazione

La Redazione di ELABORARE è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4x4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Collegati

Back to top button
Close