auto preparateMOTORE elaborazioniTUNING

Alfa Romeo Supercharged RF-Brera by Romeo Ferraris

Modificare Alfa Romeo? La base di partenza è il 3.2 V6 da 260 CV dell’Alfa Romeo Brera, il risultato è una preparazione con 98 cavalli in più sviluppata dalla Factory di OperaLe elevate prestazioni deI propulsore 3.2 V6 da 260 cavalli

Le prestazioni dell’Alfa Romeo Brera, 240 km/h di velocità massima e un tempo di accelerazione da 0-100 km/h di soli 6,5 secondi, passano in secondo piano se confrontate con quelle ottenute dalla Romeo Ferraris per la Supercharged RF-Brera.
Come suggerisce il nome, il cuore dell’elaborazione è rappresentato dall’adozione di un kit con compressore centrifugo sviluppato da Autodelta, marchio distribuito e installato come centro ufficiale dalla Romeo Ferraris. L’intervento non ha richiesto modifiche strutturali del vano motore, se non lo spostamento di alcune parti meccaniche per ricavare lo spazio necessario per l’inserimento del compressore, del nuovo intercooler e delle relative tubazioni. A completare la preparazione, oltre all’opportuna riprogrammazione ad hoc della centralina, troviamo uno scarico completo (collettori, centrale e terminali) con catalizzatore metallico da 200 celle che contribuisce al sostanziale incremento di 98 cavalli rispetto alla configurazione di serie. Così allestita la Supercharged RF-Brera scatta da 0 a 100 km/h in soli 5 secondi (contro i 6,5 secondi della versione originale) e raggiunge i 260 km/h, potendo inoltre sfruttare una coppia di ben 440 Nm, quasi 120 Nm in più rispetto alla Brera di serie. Anche l’assetto è stato opportunamente rivisto, per rendere la vettura più reattiva su strada e precisa nell’inserimento in curva, con un kit sportivo di molle e ammortizzatori regolabile in altezza e taratura. Per chi volesse personalizzare la propria Brera anche dal punto vista estetico, la Romeo Ferraris mette a disposizione tutte le componenti aerodinamiche del marchio Autodelta (www.autodelta.co.uk) essendone, come prima evidenziato, distributore e centro autorizzato per l’Italia.

Tags

Articoli Collegati

Back to top button
Close