RACING CORSE SPORT AUTO

4 Ore notturna Fun Cup di Adria

Giro di boa!

  

Ad Adria il motivo dominante è stata la gara di 4 ore in notturna sotto una pioggia torrenziale che ha reso la gara spettacolare ed ha evidenziato le qualità dei pneumatici monomarca che equipaggiano il campionato, gli stradali Uniroyal Rain Sport 2
 
Piove, per la gioia dei "pneumatici pioggia" Uniroyal, fa freddo e l’oscurità incombe già alle 19.00 tra le nubi nere della 4 Ore notturna Fun Cup di Adria. Per una volta il sorteggio della griglia di partenza rispetta i valori in campo: nelle prime due file quattro dei cinque equipaggi più veloci: Memmola-Palopoli (Fun G-Force), Bergamaschi-Caprotti-De Castro Sabino (Fun BD Racing 1), Iorio-Bossi-Cerruti (Fun Noveequindici), Lasagni-Cassera-Emiliani (Fun Costa Ovest 1). All’appello manca solo Fun MIHC Sport di Chimentin-Carlotto-Cecchellero, costretto a partire dai box per un problema alla frizione. Al via scatta Bergamaschi dalla pole, ma già a metà giro è superato da Memmola, mentre dietro Lasagni ha la meglio su Iorio, il quale viene sopravanzato al secondo giro anche da Fun Città di Adria 1 (Bolzoni-Lessio-Franzoso-Bellan). Memmola e Bergamaschi ingaggiano un duello porta a porta, ed al 7°giro il pilota di BD Racing si riporta al comando con G-Force sempre in scia. Dietro ai primi quattro si mette in evidenza Catalano (con Cocconi, Zardin e Battaglia su Fun Pitlane Competizioni 1) che comanda il gruppo degli inseguitori finche non appare minacciosa Fun MIHC Sport che, a suon di sorpassi, si è fatta sotto dopo lo sfortunato start: alla 18° tornata è sesta, alla 20° è quarta ed alla 22° conquista la 3° piazza, pur staccata di oltre 20 secondi dai primi due. In testa dopo il primo pit-stop passa Memmola, ma Caprotti concede solo cinque giri all’avversario, e poi riconquista la leadership mentre la pioggia va ad intensificarsi. Dal gruppetto dei primi si perde Fun Noveequindici, vittima di un incidente che richiede una sosta ai box. Interessante da seguire la gara di tre vetture di GDL Racing, rispettivamente Pedon-Pedon, Perazzini-Perazzini-Musatti-Battaglino e De Lorenzi-Giagnacovo-Negroni-Guazzini, che si danno battaglia tra loro e recuperano fino alle posizioni di rincalzo. 
 
4 Ore notturna Fun Cup diAdria

Al 50° giro Fun Pitlane Competizioni 1è costretta ad una lunga sosta ai box per problemi alla frizione, e ripartirà attardata in ultima posizione. In testa è sempre BD Racing 1, ora con Sabino De Castro alla guida, a fare l’andatura, ma Memmola e Palopoli sono sempre a contatto, e pure Chimentin-carlotto e Cecchellero hanno annullato quasi completamente il gap. Più staccata, ma ancora a giri pieni in 4° posizione è Fun Costa Ovest 1. Col calare del buio, l’aumentare di intensità della pioggia  e l’ingresso della safety car iniziano i problemi, legati soprattutto alla difficoltà di vedere i cartelli esposti nella zona box. Ne fanno le spese proprio Fun Costa Ovest 1 e Fun Pitlane Competizioni 2 (Battaglia-Battaglia-Duranti-Sartori) che non vedono le segnalazioni del direttore di corsa e non effettuano la sanzione del pit-stop, e pertanto vengono fermati definitivamente con bandiera nera. Ma le sorprese non finiscono qui, ed all’89° giro è la volta di Fun G-Force, che lascia la seconda piazza a Fun MIHC Sport e si ritira per rottura della frizione. In testa BD Racing prosegue imperterrito come un trimarano che solca le acque del Polesine, aumentando il vantaggio su MIHC Sport, che lamenta nel frattempo problemi alla quarta marcia. Staccata, ma in zona podio è Fun GDL Racing 1 di Perazzini-Perazzini-Musatti-Battaglino, che è riuscita ad avere la meglio sui compagni di squadra, ma che nel finale dovrà cedere per problemi elettronoci. L’ultima ora vede Bergamaschi-Caprotti-De Castro amministrare il vantaggio su Chimentin-Carlotto-Cecchellero. Doppiati tutti gli altri concorrenti, alla fine il terzo gradino del podio è appannaggio di Pedon-Pedon che in volata hanno la meglio su De Lorenzi-Giagnacovo-Negroni-Guazzini. Col successo di Adria, secondo stagionale dopo Digione, Bergamaschi-Caprotti-De Castro consolidano la loro leadership in Fun Cup Italie 2010 davanti a Carlotto e Chimentin.
Ora la serie italiana di Fun Cup si concede una lunga pausa estiva per permettere agli equipaggi di partecipare alla grande kermesse internazionale della 25 Ore di Spa, non valida per il campionato, per ritrovarsi di nuovo a Spa il 18 e 19 Settembre per la 6 Ore Francorchamp, valida come 5ª prova di Fun Cup Italie 2010.

 
4 Ore notturna Fun Cup di   Adria
 
4 Ore notturna Fun Cup di Adria

 

4 Ore notturna Fun Cup di  Adria
Il podio della 4 Ore notturna Fun Cup di Adria
Tags

Articoli Collegati