Auto Sportive

Audi RS 5 Coupé V8 [video]

In questo video solo il rombo entusiasmante dell’Audi RS 5 Coupé che offre la potenza e la maneggevolezza di una vettura sportiva, racchiuse nel corpo di un’elegante coupé. Il design ora vanta nuovi ed esaltanti dettagli: numerose caratteristiche presenti sui nuovi modelli A5 sono riproposte anche su Audi RS 5.
Audi RS 5 Coupé utilizza un motore V8 aspirato high-revving da 4.163 cc. Questo propulsore è strettamente legato al V10 che alimenta la vettura sportiva ad alte prestazioni Audi R8. Il 4.2 FSI eroga 331 kW (450 CV) a 8.250 giri, con una coppia massima di 430 Nm disponibile tra i 4.000 ed i 6.000 giri. Il motore ha una potenza specifica di 108,1 CV per litro di cilindrata. La sua poderosa risposta, i regimi di rotazione e la sonorità ricca e melodiosa identificano il V8 come un motore da corsa purosangue.
Costruito a mano presso lo stabilimento di Györ, in Ungheria, il 4.2 FSI permette alla Coupé di accelerare da zero a 100 km/h in 4,6 secondi.
La velocità massima, autolimitata elettronicamente a 250 km/h, può essere a richiesta aumentata a 280 km/h. Grazie alla combinazione di tecnologie tratte dalla piattaforma modulare di efficienza Audi, tra le quali il sistema di recupero energetico, il tecnologico V8 consuma in media molto meno rispetto ai suoi concorrenti diretti.
Con la sua elevata efficienza e la 7° marcia con funzione overdrive, anche il cambio a sette rapporti S tronic (di serie) contribuisce alla riduzione dei consumi. Il conducente può scegliere di utilizzare il velocissimo cambio automatico a doppia frizione, oppure cambiare marcia attraverso la leva selettrice o i bilancieri al volante. Il programma integrato di controllo dell’accelerazione fornisce uno scatto fulmineo attraverso la gestione della frizione ai medi regimi.
Come tutti i modelli RS, Audi RS 5 Coupé trasmette su strada la sua potenza grazie alla trazione integrale permanente quattro. Il differenziale centrale a corona, posto nel cuore del sistema, è compatto e leggero. Può variare velocemente la distribuzione della coppia tra l’asse anteriore e quello posteriore convogliandola, se necessario, per un massimo del 70% verso l’anteriore o fino all’85% al posteriore. Il rapporto 40:60 nel set up base, leggermente sbilanciata al posteriore, assicura un’handling estremamente sportivo.
Il differenziale centrale a corona lavora assieme al sistema torque vectoring, e agisce su tutte e quattro le ruote.
Audi offre come optional il differenziale sportivo quattro®, in grado di distribuire attivamente la potenza tra le ruote posteriori tramite due fasi di sovrapposizione.
Audi Rs5 V8 4.200
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=SYxkBGAj2hM[/youtube]

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Back to top button
Close