ACCESSORI RICAMBIcentralina-moduli-mappe-modifica

Centraline iniezione diretta Steinbauer

Centraline aggiuntive per BMW, Mini, Subaru e Porsche con aumenti potenza fino a 100 cavalli. Lo assicurano i moduli aggiuntivi Steinbauer sui moderni motori a benzina con iniezione diretta.

I moderni motori a benzina con iniezione diretta e turbocompressore hanno un ottimo potenziale di elaborazione: i moduli aggiuntivi Steinbauer, infatti, permettono di incrementare in modo consistente le prestazioni con una semplice operazione di montaggio. Inoltre non alterano le pressioni di funzionamento del turbocompressore o del rail, ma agiscono unicamente sul processo di iniezione del carburante; nessun valore della centralina di gestione viene modificato, mantenendo così un’affidabilità assoluta e la possibilità di riportare alle condizioni originarie il motore smontando semplicemente il modulo. Le applicazioni disponibili sono per: BMW 135i/335i (da 306 a 400 CV), Mini Cooper S (da 175 a 226 CV), Subaru Impreza Sti (da 300 a 360 CV), Porsche Turbo (da 480 a 530 CV) e molte altre auto. I moduli per i motori biturbo BMW e Porsche hanno la rivoluzionaria funzione di controllo del sincronismo dei turbocompressori, grazie alla quale è possibile ottenere incrementi fino a 100 CV in tutta sicurezza e affidabilità. Questi moduli riescono a cambiare in tempo reale i tempi di iniezione comandati dalla centralina elettronica.

I prezzi partono da 1.290,00 Euro IVA inclusa fino a 6.420,00 IVA inclusa, con una garanzia di 3 anni.

Modulo elettronico Steinbauer by Comar per BMW 316d

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Back to top button
Close