EVENTI

Motodays Fiera di Roma 2013 successo pieno

Mercato moto in crisi? Motodays dal 7 al 10 marzo 2013, manifestazione alla nuova Fiera di Roma dedicata al settore delle 2 ruote, scooter, moto e bici, conferma il contrario: NO! Si è appena conclusa la quinta edizione di Motodays, Salone Moto e Scooter del Centro-Sud Italia, ed è già tempo di numeri e primi bilanci: 141.720 VISITATORI.
Sono state quattro giornate ricche di emozioni, che hanno dato la possibilità agli appassionati del Centro-Sud di vedere e toccare con mano le novità del mercato moto e scooter, anche grazie alla presenza di tutti i Marchi che caratterizzano il settore delle due ruote, Costruttori e aziende specializzate.
Motodays 2013 ha chiuso con 141.720 presenze nei quattro giorni – ha dichiarato Mauro Mannocchi – Presidente Fiera Roma – al di là dei numeri, abbiamo dato un segnale di speranza ad un settore che ne aveva davvero bisogno. In pochi anni questo Salone è cresciuto in modo esponenziale ed è diventato autorevole, ricevendo la fiducia delle aziende e di tutte le Case Costruttrici. Il mondo delle due ruote è fatto di tante passioni e, per provare a coinvolgerle tutte abbiamo messo in piedi numerose iniziative e molti appuntamenti sia all’interno dei padiglioni che nelle aree esterne, collaborando con le più importanti realtà di settore e non. Per il prossimo anno speriamo di fare ancora meglio”.
Sembra strano che in un momento in cui anche il settore moto è fortemente penalizzato anche a causa di una politica di tassazione assurda sulle due ruote, al Motodays, giunto alla quinta edizione, il successo di pubblico e di presenze sia stato quest’anno decisamente straordinario. Padiglioni e corridoi pieni con difficoltà spesso ad attraversarli, con molta gente accalcata a vedere le novità esposte, le ragazze e nelle aree esterne a provare moto o ammirare gli stunt nelle attività dinamiche.

hostess motodays fiera di roma
Pier Francesco Caliari (Direttore Generale Confindustria-Ancma): L’unica cosa di cui si può essere felici è che la passione non è in crisi. I dati del mercato invece sì, ma allo stesso modo di quello che avviene negli altri settori. I dati sull’usato, però, tengono ancora, segno che l’appassionato cerca ancora le due ruote, per questo guardiamo al futuro in modo ottimistico. Il nostro è un mondo di passione fatto di piccoli artigiani, che devono essere aiutati. Ben venga Motodays a Roma, che dà un megafono alle esigenze di molti: perché la passione c’è, bisogna solo rimettere le persone sia sulle piste che sulle moto”.
Segreto di tanto successo? Come dice Caliari proprio il sogno che non tramonta e la possibilità di ammirare alla Fiera di Roma tantissime attività, dall’esposizione statica, alle numerose attività dinamiche. Quest’anno non è mancato il burlesque con la prima uscita in versione Pin Up motociclistica del gruppo burlesque capitolino.
Video Pierfrancesco Caliari Direttore Generale Confindustria-Ancma

Al padiglione 7, da sempre dedicato alle moto custom e special, tra forcelle esagerate, pneumatici oversize, cromature e brillantina, un gruppo di sette performer in stile “happy days” che si sono alternate in graziosi siparietti, con una scenografia tipica degli anni ruggenti del boom economico americano.
 Gli appassionati hanno avuto la possibilità di  incontrarle anche mescolate al pubblico della fiera con ammiccanti tute da meccanico stile US Army in verde militare.
Tra gli stand più belli ed affollati da segnalare quello Ducati, quello Yamaha, Honda, Triumph e Peugeot.
Nell’area esterna esibizioni al max con sfida a distanza tra i mostri sacri dello stunt riding, Chris Pfeiffer e Rafal Pasierbek: i due sono stati grandi protagonisti dell’area esterna, tra il pad. 3 e il 5, piena di pubblico pronto ad immortalare le evoluzioni estreme dei due campioni di questa spettacolare specialità.
Grandi attori di Motodays sono stati anche l’Acrobatic GroupNicola l’impennatoreDidi Bizzarro e i ragazzi del Freestyle Mx, Quad e Motoslitta (Vanni Oddera, Carlo Caresana, Dan Serblin e Jason Cesco), che hanno animato le aree esterne insieme alle Riding Experience.
Presente come testimonial anche il romano Max Biaggi: “Sono molto felice di essere il testimonial di questa edizione di Motodays, anche perché oltre ad essere un grande Salone per noi appassionati, si svolge nella mia città. E’ cresciuto molto negli ultimi anni e girare tra gli stand è davvero bello, invito tutti a fare un salto alla Fiera Di Roma. Tornare alle corse? Ho deciso di ritirarmi ma stare dall’altra parte è dura. In Australia non mettere tuta e casco mi è costato molto… quando erano sulla griglia di partenza non stavo nella pelle. Valentino? Non è più giovanissimo e lottare con esordienti come Marquez non è facile. La sfida sarà interessante…”, ha dichiarato Max, che con i suoi sei titoli mondiali è il simbolo della Roma a due ruote.

Guarda la fotogallery completa del MotoDays 2013 Fiera di ROMA QUI

Video Girls MotoDays Roma 2013

A salutare gli appassionati di Motodays è arrivato anche il popolare presentatore Max Giusti, esperto fuoristradista e motociclista quotidiano passato allo stand KTM della Riding Experience per salutare gli amici e saltare in sella. “Sono qui per provare la nuova 1190 Adventure – ha detto Max, conduttore dei famosi “Pacchi” e di “Supermax” – ne ho una simile ma questa nuova è davvero bella. Guido tutti i giorni sulle strade di Roma, tra via della Pisana, Gregorio VII e la sede Rai, senza due ruote sarei perso…”

Video Max Giusti su KTM al MotoDays Fiera di Roma 2013

Guarda la fotogallery completa del MotoDays 2013 Fiera di ROMA QUI

stuntsman motoday fiera di roma 2013

stuntsman auto motoday fiera di roma 2013stuntsman auto su due ruote motodays fiera di roma 2013stuntsman auto su due ruote motodays fiera di roma 2013stuntsman auto tocca asfalto motodays fiera di roma 2013stuntsman moto spettacolare motodays fiera di roma 2013

miss motosprint motodays fiera di roma 2013

motodays_mancini_fiera di roma2013_girls_azione09

motodays_mancini_fiera di roma2013_girls_azione16

honda motodays fiera di roma 2013

hostess motodays fiera di roma 2013

Tutte le carte vincenti del Motodays 2013 alla Fiera di ROMA
Una delle carte vincenti di Motodays 2013, sia per gli ampi spazi a disposizione sia per il clima (quest’anno non troppo clemente) è stata la Riding Experience, che ha permesso ai visitatori di salire in sella alla moto dei sogni (KTM, BMW, Yamaha, Honda, Suzuki, Harley-Davidson e Triumph) dopo averla fotografata negli stand per un giro nelle aree demo o per un una gita “on the road” fuori dai padiglioni di Fiera. Le aree esterne hanno attirato migliaia di persone, rimaste a bocca aperta davanti alle evoluzioni deglistunt più famosi del mondo, ai salti al limite della fisica dei freestyler più scatenati e alla rievocazione della 6 Giorni, con alcune delle moto più belle della storia dell’enduro portate in pista da Motoclub Roma e FMI.

Grande successo per le iniziative speciali che hanno legato in modo indissolubile le due ruote con il mondo del sociale e della solidarietà (tra le altre, la scuola guida Diversamente Disabili, Mototerapia, Sogni in libertà per i non vedenti, Garage Italia-Bambini del deserto) o con il mondo delle bici e dell’Aeronautica come Pilota per un Giorno. Grande attenzione Motodays l’ha avuta anche per la sicurezza stradale, con il supporto della Polizia di Stato, e per gli addetti ai lavori attraverso l’incontro (in collaborazione con CCIAA) con le officine mentre seguitissima è stata la parata InMotoNight, che ha portato i centauri partiti da Motodays fino al luogo simbolo di Roma, il Colosseo.

Sul palco sono saliti poi alcuni dei grandi protagonisti delle gare di velocità del presente (tra gli altri Max Biaggi, Eugene Laverty, Sylvain Guintoli, Michel Fabrizio, Davide Giugliano e poi Michele Pirro, Danilo Petrucci e Simone Corsi) e del passato come la leggenda dell’enduro Alessandro Gritti. Non solo piloti: grandi attori di Motodays 2013 sono stati anche 20 preparatori romanidegli Anni 70, premiati per il loro impegno con la targa “Speedy Seventy-Memorial Claudio Mannocchi”.

Anche quest’anno sono state apprezzate dal pubblico le quattro aree tematiche: “Days on the Road” si è confermato il punto di ritrovo preferito degli amanti dei viaggi e delle gite fuoriporta (successo per le danze del “Festival dei Popoli” e per le ginnaste della Nazionale Italiana di ritmica, che si sono esibiti sul palco Mototurismo), “Kromature” è stato il padiglione dedicato alle moto custom, special e cafe racer con il Bike Show di LowRide (vinto da Vallese Garage) e contest riservati agli artisti. Ancora più grande e ricca rispetto al 2012 è stata l’area “Elettrocity” dedicata ai mezzi ecologici, attraverso la quale è stato possibile ricevere informazioni sulle ultime novità di mercato e prenotare una prova su strada in programma a Roma il 22 e 23 marzo. Per i motociclisti “old school” non è mancata l’area Motodays Vintage riservata alle moto d’epoca: protagonisti dell’edizione 2013 sono stati “50 Cinquantini” (in collaborazione con Motoclub Yesterbike) che hanno fatto sognare tante generazioni di ragazzi di una volta e poi memorabilia, oggettistica e parti di ricambio della Mostra Scambio.

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button
Close