AUTO NEWS GOSSIP

Asta record a Goodwood per la Freccia d’Argento

Al “Goodwood Festival of Speed Sale” organizzato dalla casa d’aste Bonhams lo scorso 12 luglio, l’attenzione era tutta per il lotto numero 320: una  modello W 196 R Grand Prix del 1954, un’auto da corsa originale guidata da Juan Manuel Fangio e, fino ad oggi, l’unica Freccia d’Argento del periodo postbellico di proprietà di un privato. Il lotto è stato battuto per 17,5 milioni di sterline: una cifra record per una vendita all’asta. Ad aggiudicarsi il modello, una proposta telefonica, il cui offerente è al momento ancora sconosciuto, che ha di fatto pagato 20.896.800 sterline (circa 31,6 milioni di dollari), compresi i diritti d’asta.
“Il risultato dell’asta dimostra chiaramente lo straordinario interesse per le vetture storiche Mercedes-Benz da parte dei collezionisti”, ha dichiarato Michael Bock, a Responsabile di Mercedes-Benz Classic. “Vogliamo congratularci con l’anonimo offerente per l’acquisto. Saremo lieti offrire tutto il nostro supporto, se lo vorrà, nelle successive fasi dell’acquisizione.”
In totale solo 10 dei 14 esemplari costruiti sono ancora in circolazione. Sei modelli W 196 R fanno parte della collezione Mercedes-Benz Classic, altri tre si trovano nei musei di Torino, Vienna ed Indianapolis, cui si aggiunge la vettura messa all’asta a Goodwood, con numero di telaio 006/54. Quest’ultima è l’unica Freccia d’Argento originale del dopoguerra di proprietà di un privato. Fu proprio al volante della Freccia d’Argento Mercedes-Benz modello W 196 R con numero di telaio 006/54 che Juan Manuel Fangio vinse i GP di Germania e Svizzera nel 1954, gettando le basi per il suo primo titolo mondiale di Formula 1 con Mercedes-Benz. Proprio la W 196 R, nel 1954, segnò il ritorno trionfale della Casa di Stoccarda nei GP.
Prima dell’asta, gli esperti di Mercedes-Benz Classic hanno effettuato accurati controlli sulla Freccia d’Argento, donata dall’allora Daimler-Benz AG al National Motor Museum di Beaulieu (Inghilterra) nel 1973 e venduta dal museo nel 1980. Sulla base di della perizia compilata da Mercedes-Benz Classic, gli storici del della Casa di Stoccarda hanno redatto un rapporto dettagliato che conferma originalità ed autenticità della vettura. “Il report dei nostri esperti è una garanzia per il nuovo proprietario”, ha dichiarato Michael Bock. “Certifica, infatti, in modo completo ed inequivocabile, storia ed originalità del modello.” Il fatto che Mercedes-Benz Classic metta a disposizione un livello così elevato di competenza per collezionisti ed appassionati delle classiche del marchio si somma al trend positivo del relativo valore.

Articoli Collegati

Back to top button