Aziende

Maroil Bardahl

Era il lontano 1939 quando negli Stati Uniti un immigrato di origine norvegese, Ole Bardahl, inventava un rivoluzionario additivo lubrificante e fondava la Bardahl Manufactoring Corporation. Successivamente, per tutta la durata della 2° Guerra Mondiale, la formula di questo additivo fu sottoposta a segreto militare da parte del Governo Americano. Dopo il 1945 il vincolo fu tolto e i prodotti Bardahl iniziarono la loro storia nel mercato civile. La distribuzione di Bardahl in Italia comincia nel 1954, mentre è dal1973 che Maroil srl diventa concessionaria esclusiva e produttrice per il mercato italiano. Questa, in breve, è la storia della Bardahl Corporation. Dall’autotrazione all’industria, dalle competizioni motoristiche alla nautica e al settore aerospaziale: oltre mezzo secolo di lubrificanti e additivi di qualità superiore che hanno portato l’Azienda ad essere leader mondiale nella produzione di additivi e, più in generale, nel settore della lubrificazione. Il patrimonio Bardahl consiste nella costante ricerca e nelle ingenti risorse investite per ottenere la massima qualità di prodotti impiegati in tutto il mondo. Nuova sede MaroilDa sempre le formulazioni chimiche dei prodotti Bardahl sono esclusive, le uniche in grado di differenziarsi rispetto alle altre per la qualità superiore e l’assoluta affidabilità. I prodotti Bardahl sono sul mercato di 80 Paesi e in 8 di questi è presente con impianti industriali di blending e packaging. Con certificazione DNV (Det Norske Veritas Quality System), la Maroil ha un moderno impianto di blending per la produzione e il confezionamento dei prodotti Bardahl ed è dotata di una rete commerciale presente su tutto il territorio nazionale. A questi settori sono affiancate le divisioni additivi per autotrazione e industria e la divisione lubrificanti per la nautica. La costante crescita degli ultimi anni, derivata da un’oculata politica di sviluppo sui vari mercati di competenza, ha imposto un’importante ristrutturazione interna che ha portato all’attivazione di ulteriori divisioni dedicate in modo particolare ai settori Industria e Autotrazione e, conseguentemente, a un progressivo allargamento della struttura produttiva e della Sede stessa. Gli stabilimenti che garantiscono la qualità Bardahl sono all’avanguardia e utilizzano una tecnologia costantemente rinnovata. Lo stesso concetto vale per Maroil: blending computerizzato, confezionamento da 100 ml a 200 l, produzione di oltre 4 milioni di litri per anno con 16 milioni di confezioni, 400.000 litri di capacità di stoccaggio e 5 linee di confezionamento. L’ultima novità dei laboratori di Seattle, sede del Centro Ricerche Bardahl, è lo sviluppo della molecola di carbonio “Fullerene” con attrazione polare. Dal punto di vista commerciale invece è degno di nota l’accordo di ‘partnership’ tecnico–commerciale che Maroil ha stretto con Honda Auto Italia. Grazie al lavoro svolto da Maroil, la gamma, l’esclusività e la qualità dei prodotti Bardahl è stata concretamente recepita in modo particolare da quella fetta del mercato che ricerca in un lubrificante il massimo in termini di protezione e prestazioni.

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button
Close