VideoWEB

Quadrupede animale motorizzato

Robot quadrupede alimentato da motore di go-kart, corre fino a 26 km/h che sembra un gatto o meglio una pecora! L’invasione dei robot è vicina? Le automobili verranno presto soppiantate?

La Boston Dynamics, è una società di ingegneria e robotica (controllata da Google) che collabora con l’esercito statunitense per la creazione di particolari robot quadrupedi capaci di trasportare carichi anche importanti e di camminare su qualsiasi tipo di terreno, permettendogli così di affrontare ostacoli insormontabili per un normale mezzo 4×4.
Il primo di questi è stato il Bigdog (2005) dalla stazza assimilabile a quella di un grosso cane o un piccolo mulo è in grado di camminare al fianco di un soldato alla velocità di circa 6 km/h trasportando 180 chilogrammi di attrezzatura attraverso terreni impervi, acque e neve, superando pendenze fino a 35 gradi.
L’ultima creazione in ordine di tempo è il Wildcat che presenta un’interessante applicazione derivata dal mondo delle quattro ruote.
Concepito come evoluzione del prototipo Cheetah, detentore del record di velocità per robot a quattro zampe (46,4 km/h), questo nuovo robot è alimentato da un motore 2 tempi prelevato da un go-kart e direttamente accoppiato ad una pompa idraulica che comanda i movimenti delle quattro zampe robotiche. Per il momento ha un serbatoio di dimensioni ridotte per contenere il peso ed è capace di un’autonomia di circa 5 minuti.
Il video riportato di seguito mostra uno stadio avanzato della versione prototipale ma l’obiettivo è quello di far raggiungere al robot l’incredibile velocità di 80 km/h.
Il principale scopo alla base dello studio di questi quadrupedi artificiali è quello di creare robot che siano più fluidi e flessibili nei movimenti di quanto non lo siano adesso, ma nulla ci vieta di pensare che possa venire impiegato per scopi bellici.

VIDEO TEST ROBOT WILDCAT
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wE3fmFTtP9g&feature=kp[/youtube]

Tags

Marco Paternostro

Passione per il mondo dell'Auto, la Fotografia e l'informatica.

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button
Close