auto preparateTEST

Nissan 350Z preparazione 304 CV

Drifting a tutto gas per la 350Z, grazie all'elaborazione integrale sul motore ora biturbo, assetto rasoterra, gruppo ruota e freni

La preparazione di Nissan 350Z da 304 cavalli è davvero esaltante, interamente realizzata a mano sotto cui si cela un’elaborazione integrale che ha coinvolto il motore ora biturbo, l’assetto rasoterra, il gruppo ruota con i meravigliosi cerchi da 19” e i freni da 390 mm di diametro anteriormente. così la Nissan 350Z di Gaetano Aversa estremizza ancora di più il concetto di drifting che già è ben insito nel modello di serie. Alcune modifiche forse l’hanno resa poco incline alle piste, soprattutto se strette e veloci, ma l’appoggio sui curvoni (o durante le scodate) è pulito e sincero, così come le perdite di aderenza sono graduali. L’estetica è da urlo e si rimane a bocca aperta sapendo che i pezzi sono tutti artigianali. Grazie a questa preparazione driftare con la Nissan 350Z è come bere un bicchiere di Coca-Cola: semplice, ma ti gasa un botto!

Estetica self made – Da dove comincio? Innanzitutto c’è da dire che questa vettura è stata realizzata completamente a mano! Basta dare un’occhiata alle foto per rendervi conto del “lavorone” che c’è dietro. D’altronde Gaetano Aversa è un carrozziere e, quindi, ha estremizzato la sua manualità per creare dei pezzi unici e di un certo spessore progettuale.

Meccanica – Il passaggio da un motore aspirato ad un biturbo (giusto per fare le cose in grande!) non è da prendere proprio sottogamba, pena la distruzione di un motore. Gaetano è riuscito nell’impresa, grazie ad una serie di componenti derivate dalla Nissan 300 ZX (collettori di scarico, turbine e tubazione di sovralimentazione), alle quali ha dovuto aggiungere un intercooler e un radiatore acqua maggiorato per tenere a bada le temperature più alte.

Ruote – Tra i particolari che mi hanno maggiormente colpito ci sono le ruote: nel corso del tempo hanno subito diversi step di elaborazione, il cui esito finale è stata l’unione di due cerchi separati, dopo un meticoloso lavoro di tornitura e imbullonamento. Il risultato è eccellente e Gaetano mi ha raccontato che molti erano scettici riguardo al lavoro su questi componenti, ma dovete sapere che lui utilizza la Nissan anche su strada e fino ad oggi non ha mai avuto alcun problema di affidabilità.

Nissan 350Z 304 CV

Scheda tuning Nissan 350Z
Space plenum Skunk-2
Diffusore farfalla aspirazione
Trasformazione biturbo con componenti di derivazione Nissan 300 ZX
Intercooler universale Toyo Sport
Tubazione universale in alluminio da 3”
Coppa dell’olio maggiorata
Radiatore olio derivazione Lancia Delta TD
Radiatore acqua maggiorato Jap-Speed
Pulegge cinghie servizi in Ergal
Kit volano e frizione in rame XTD Stage 3
Assetto H&R
Bracci posteriori con regolazione camber
Dischi freno Brembo da 390 mm (Nissan GTR R35)
Pinze ant. Porsche Cayenne 6 pompanti
Pinze post. a 4 pompanti
Staffe di supporto artigianali
Tubazioni aeronautiche
Impianto di scarico artigianale con terminali di scarico Lambo Style
Cerchi su base OZ Raffaello da 19” modificati con canale da 11,5” anteriore e 13,5” posteriore
Pneumatici 255/35 R19 all’anteriore e 305/30 R19 al posteriore

Carrozzeria
Verniciatura antracite
Verniciatura pinze freni, barra duomi, tappi refrigeranti, tappi dei liquidi con vernice rosso cromo
Paraurti anteriore artigianale in resina (ispirato al kit Amuse)
Paraurti posteriore artigianale composto da: sottoparaurti Neo Design, portatarga derivazione Alfa 147, estrattore Lester Peugeot 206, lavorati e modificati
Sottoporta Neo Design modificati
Lame sottoporta e sottoparaurti artigianali in resina
Parafanghi anteriori artigianali allargati e con sfoghi d’aria
Parafanghi posteriori maggiorati
Eliminazioni loghi e frecce laterali
Raccordatura in resina su paraurti e sottoporta
Spoiler posteriore Lester modificato
Cofano anteriore con sfoghi d’aria artigianali e rivestito in fibra di carbonio
Oscuramento vetri pellicola 3M
Console centrale, modanature sedili, inserti porte rivestiti in vera fibra di carbonio
Fondini strumentazione al plasma bicolore
Cinture OMP a 3 punti
Sedili Recaro (modificati: smontati, spogliati, resi elettrici e riscaldabili con tutti gli accessori derivanti dai sedili originali dell’auto e ricamo logo Nismo)
Fari anteriori MY 2007 bixeno, con strisce LED
Frecce a LED integrate nei retrovisori (Audi A5)
Fanali posteriori oscurati
Fanalini posteriori su paraurti a LED
Luce retromarcia e retronebbia a LED

Costo totale intervento tuning oltre 20.000 Euro

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i segreti della Nissan 350Z è su Elaborare 235.

Nissan 350Z 304 CV

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 235 Febbraio 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 2018.

Cover Elaborare 235

Tags

redazione

La Redazione di ELABORARE è composta da un team di appassionati collaboratori, profondi conoscitori di automobili, di tecnica motoristica e del mercato italiano. Le prove delle auto sono realizzate dal Test Team di cui fanno parte tester/piloti che vantano una elevata sensibilità grazie ad una lunga esperienza di guida maturata su strada ed in pista dopo anni di prove realizzate anche per magazine Elaborare GT Tuning Sport Racing ed Elaborare 4x4. Dello staff fanno parte fotografi ed operati video professionali. Lo staff si avvale di strumenti di misura dedicati per i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi.

Articoli Collegati

Guarda anche

Close