ACCESSORI RICAMBI

Navigatori Pioneer

Navigazione e multimedialità – I navigatori satellitari si stanno evolvendo verso un concetto di all-in-one, concentrando funzioni aggiuntive in modo da renderli apparecchi polifunzionali e sfruttabili al massimo delle possibilità: la serie AVIC di Pioneer è stata sviluppata proprio con queste premesse, in modo da implementare connessioni bluetooth vivavoce, collegamento per iPod, lettura di video formato DivX e molto altro ancora. 

F900BT

Chi ha detto che i navigatori sono tutti uguali? I Pioneer NavGate AVIC-F900BT, AVIC-F700BT e AVIC-HD3-II possono memorizzare da 1,5 a 8,2 milioni di punti di interesse (POI) e fino a 160 ore di musica. La funzione di riconoscimento vocale permette di richiamare le funzioni principali impartendo ordini a voce, mentre l’interfaccia Bluetooth Parrot consente la gestione di tre cellulari contemporaneamente Sembra strano che si possano acquistare navigatori satellitari come se fossero vestiti di sartoria. Eppure è così: il catalogo Pioneer offre una serie di modelli che, lungi dall’essere una ripetizione sullo stesso tema, hanno caratteristiche tali da soddisfare chiunque, dal guidatore più esigente all’appassionato di audio video ed entertainment. Descriveremo i tre modelli di punta, il NavGate AVIC-F900BT con multi-sensore GPS, l’AVIC-F700BT e l’AVIC-HD3-II. Oltre ad essere un aiuto prezioso durante la guida, il NavGate AVIC-F900BT è un ospite discreto: studiato per produrre il minimo impatto ambientale nell’abitacolo vettura, vi si integra come un dispositivo di serie. L’interfaccia uomo/macchina è costituita da un touchscreen da 5,8” che funge nel contempo da display e da pannello di controllo, con icone dalla grafica intuitiva ed elegante. Il corredo delle funzioni di navigazione comprende i dati cartografici di tutta Europa su flash memory da 2 GB, la visualizzazione in rilievo delle cartine con dettagli in tre dimensioni, i F700BTcomandi vocali in 20 lingue, gli aggiornamenti TMC e il text-to-speech (TTS), che converte il testo in parole. Dotato di porte USB e SD, l’AVIC-F900BT può essere collegato al PC per aggiungere nuovi punti di interesse (POI). L’operazione è estremamente semplice: basta digitare l’indirizzo del POI, dopodichè la funzione NavGate Feeds effettua automaticamente la ricerca sul Web. Ma l’AVIC-F900BT non è soltanto un navigatore. La meccanica DVD/CD può leggere file nei formati MP3, WMA, DivX e MPEG4, né manca la possibilità di dialogo con l’iPod. L’amplificazione del segnale audio è affidata a stadi finali a mosfet da 4×50 Watt (max), mentre l’equalizzatore in dotazione permette di correggere l’acustica dell’abitacolo. L’ampio parco connettori consente di collegare una telecamera posteriore da utilizzare durante i parcheggi, e l’interfaccia Parrot Bluetooth assicura il dialogo con il cellulare: l’AVIC-F900BT può memorizzare, gestire e richiamare fino a 300 numeri da tre diversi telefonini. Un filtro per la privacy garantisce la visualizzazione dei soli contatti contenuti nella rubrica del conducente.
L’AVIC-F700BT è il fratello minore dell’F900BT. Le differenze riguardano la sezione di bassa frequenza (manca l’equalizzatore) e la meccanica HD3-IIdi lettura, più orientata verso la riproduzione di programmi musicali. L’AVIC-F700BT, infatti, è in grado di leggere CD, CD-R/-RW, file MP3, WMA, iTunes e WAV, nonché di visualizzare foto in formato JPEG e filmati compressi in MPEG4. L’ingresso al mondo NavGate è invece rappresentato dal più semplice AVIC-F500BT, che a sua volta e rispetto al 700BT, non ripropone il supporto dei comandi vocali e, per quanto riguarda la navigazione, non dispone della funzione POI Creator. Ma è comprensibile: infatti, se il 900BT e il 700BT sono apparecchi doppio-DIN, il 500BT è un compatto (185 x 98 mm) apparecchio portatile, pur con il design conforme al family feeling dei fratelli maggiori. Va posizionato sul cruscotto per mezzo dell’apposita staffa e si collega all’impianto car stereo, del quale sfrutta gli altoparlanti. Viste praticità e prezzo non è azzardato pronosticarlo come il best-seller di famiglia.
Chiudiamo con l’AVIC-HD3-II, che si differenzia alquanto dai tre modelli appena descritti. Per le cartine, al posto della memoria flash ha un hard-disk da 30 GBe il touchscreen è da 7”. Oltre a riconoscere e memorizzare automaticamente i percorsi abituali, l’AVIC-HD3-II avverte il guidatore in caso di ingorghi e traffico, consigliando percorsi alternativi. È anche dotato di riconoscimento vocale, mentre il sistema di navigazione multi-sensore, che include l’esclusivo Gyro-Sensor 3D Pioneer, garantisce una guida precisa anche se la ricezione GPS non è ottimale. L’AVIC-HD3-II è anche un formidabile strumento per l’intrattenimento: l’HDD può memorizzare fino a 160 ore di musica, mentre la funzione Dual Zone consente di diffondere in abitacolo due programmi audio o video diversi tra front e rear nello stesso momento.

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Back to top button
Close