4x4 OFFROADFiat

Nuova Panda 4×4 – la prova

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-FIm0H5NrEU[/youtube]
Arriva la nuova Panda 4×4 con 6 marce e prima ridotta! Quattro le versioni: 4×4, Trekking, Natural Power (metano) e EasyPower (gpl). Provata la 4×4. 

A Balocco sulla pista off road della Fiat abbiamo preso contatto con la nuova Panda in versione 4×4 e l’abbiamo provata nel suo terreno naturale, il fuoristrada. Siamo saliti scegliendo quella diesel motorizzata con il 1.3 Multijet II da 75 CV ma disponibile anche con il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV. I pneumatici utilizzati sono specifici 175/65 R15 84T M+S.
Grazie all’elettronica di aiuto alla meccanica nella prova effettuata è riuscita a superare ogni tipo di ostacolo. Non l’hanno fermata fondi scivolosi, guadi, rampe ripide in salita e neanche i panettoni in twist da 50 cm, interdetti ai giornalisti, ma che noi abbiamo comunque superato. In questa particolare prova l’elettronica svolge un grande aiuto, frenando la ruota alzata e permettendo alla vettura di avanzare anche quanto è in pieno twist.

TRASMISSIONE – La novità è la trasmissione posteriore che utilizza un sistema “Torque on demand” che entra in funzione automaticamente quando occorre, permettendo di superare con disinvoltura qualunque situazione. Se ci mettiamo pure il sistema ESC (Electronic Stability Control) completo di funzione ELD (Electronic Locking Differential), allora la guida in fuoristrada è praticabile proprio da tutti, avendo a disposizione un mezzo al quale non fanno paura i percorsi a scarsa aderenza con neve, ghiaccio e fango.
SOSPENSIONI – Novità sulle sospensioni posteriori con ponte torcente al posteriore modificato e sei supporti alla scocca.
CAMBIO – Il cambio a 6 marce con prima accorciata, ma solo in abbinamento al motore TwinAir Turbo. Mentre la diesel ha il classico 5 marce.

MOTORIZZAZIONI – Fiat Panda 4×4 è disponibile con due motorizzazioni, entrambe dotate di Start&Stop: il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV. Rispetto al 1.2 Fire della precedente generazione, il TwinAir Turbo presenta un incremento del 40% della coppia che, unita al cambio specifico a 6 marce con prima accorciata, garantisce un netto miglioramento delle capacità di partenza in salita, della qualità dello spunto, dell’elasticità e della ripresa. Analogo miglioramento è percepibile sulla motorizzazione Multijet II grazie all’aumento della coppia del 30%.
DI SERIE – Ricchissima la dotazione di serie che include sistema ESC completo di ELD, climatizzatore manuale, radio CD/MP3, cerchi in lega bruniti da 15”, pneumatici 175/65 R15 M+S, retrovisori elettrici, chiusura centralizzata con telecomando a distanza e poggiatesta posteriori. Inoltre, tra i numerosi optional e accessori disponibili, si segnalano l’innovativo “City Brake Control”, il sedile posteriore scorrevole e il Blue&Me TomTom2 LIVE”.
DIMENSIONI e COLORI – Proposto a cinque porte, il modello misura 368 centimetri di lunghezza, 167 di larghezza e 160 di altezza. Il passo è di 230 cm mentre la carreggiata anteriore è di 141 centimetri e quella posteriore è di 140. Caratterizzata da marcate linee geometriche dei paraurti anteriori e posteriori, completi di riporti estetici color alluminio a sottolineare la presenza della protezione metallica sotto-scocca, la nuova Panda 4×4 può ‘vestire’ due inediti colori di carrozzeria: l’arancio Sicilia (pastello) e il verde Toscana (metallizzato). All’interno, rispetto alle versioni 4×2, spiccano alcune novità come una nuova variante verde per la fascia che incornicia strumentazione e tascone porta-oggetti, i sedili in tessuto dal design specifico in tre tinte (verde, sabbia, zucca) arricchiti da dettagli in eco-pelle e un ulteriore vano porta-oggetti in aggiunta ai 14 già presenti sulle versioni 4×2.

CONCLUSIONI – La Panda fece la sua prima apparizione 29 anni fa affermandosi come la più piccola e intrigante “esploratrice” della categoria. Oggi la nuova Panda a trazione integrale si conferma una vettura “tuttofare” pronta ad affrontare con la stessa disinvoltura mulattiere di montagna e “giungla” urbana. Oltre a una dotazione di serie capace di soddisfare il più esigente dei clienti, dal punto di vista tecnico, la nuova Panda 4×4 migliora ancora una volta se stessa e si dimostra una degna concorrente di vetture off-road dalle dimensioni (e dal prezzo) ben più importanti.
Guarda il video della Panda 4×4 in off road estremo con twist!
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=pbltCKqCVps[/youtube]
Oltre alla 4×4 ci sono altre tre versioni: Trekking, Natural Power (metano) e EasyPower (gpl)
Panda TREKKING – Trait d’union tra la versione 4×2 e quella 4×4, Fiat Panda Trekking è il primo CUV (City Urban Vehicle) a 5 porte del segmento che propone un look off-road abbinato ad una trazione anteriore intelligente grazie alla tecnologia “Traction+”, l’innovativo sistema di controllo della trazione che incrementa la motricità del veicolo su terreni a scarsa aderenza garantendo ottime performance di disimpegno in partenza.
MOTORI – Offerto di serie con le motorizzazioni 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV e 1.3 Multijet II da 75 C, il sistema “Traction+” è in perfetta sintonia con il concept di Panda: una vettura con la quale puoi fare tutto ciò che più ti piace. Dunque, la nuova vettura è la risposta ideale per chi usa prevalentemente l’auto in città e desidera affrontare, in tutta sicurezza, fondi a scarsa aderenza durante le sue attività outdoor. Il tutto senza rinunciare allo spazio e alla versatilità proprie di un SUV compatto nelle dimensioni esterne ma sorprendente per il grande volume interno. Inoltre, l’abitacolo vanta una grande flessibilità – merito soprattutto delle numerose regolazioni dei sedili – e un’ottima visibilità e dominio della strada grazie alle ampie superfici vetrate, alla posizione di guida alta e alla leva del cambio posta al centro della plancia.
Dal punto di vista stilistico, esterni ed interni, la nuova Panda Trekking è perfettamente allineata alla versione 4×4: le uniche differenze sono il trattamento estetico dei cerchi in lega (in alluminio invece che bruniti) e l’assenza dello skid plate silver.
Le motorizzazioni disponibili sono tre: 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV, TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV e 1.3 Multijet II da 75 CV.
Il VIDEO della Panda Trakking in pista!! Spettacolare.
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=33zsC0Og20I[/youtube]  
 
Panda Natural Power – Equipaggiata con il primo ‘due cilindri’ a metano del mercato, la Fiat Panda TwinAir Turbo Natural Power coniuga in un unico prodotto i vantaggi economici ed ecologici dell’alimentazione a metano con la potenza e il divertimento di guida assicurati dal propulsore Turbo TwinAir. Disponibile nelle configurazioni a 4 o 5 posti e negli allestimenti Pop, Easy e Lounge, oltre che sulla nuova Trekking, la Fiat Panda Natural Power è la prima vettura al mondo ad essere equipaggiata con un piccolo motore bicilindrico turbocompresso, alimentato a metano/benzina, pieno di brio, con un’elevata potenza specifica, coppia e che concilia in maniera perfetta la riduzione dei consumi e il divertimento di guida.
MOTORE – Equipaggiata con il 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV, la nuova Panda assicura ridotti livelli di CO2 (86 g/km) e consumi contenuti (3,1 kg/100 km sul ciclo combinato di omologazione) con l’alimentazione a metano. In particolare, il dato sulle emissioni è un record assoluto tra le vetture del Gruppo Fiat ed uno dei valori più bassi dell’intero mercato. Eccellente anche l’autonomia che, a fronte di un miglioramento delle prestazioni del 30%, è aumentata di circa il 10% se confrontata con la Panda Classic 1.4 Natural Power. Dal punto di vista economico, l’alimentazione metano assicura o costi chilometrici di percorrenza di gran lunga inferiori rispetto alle versioni benzina, tanto che è possibile coprire con la medesima spesa il doppio dei chilometri. Un esempio? In Italia, con 10 euro di metano la Panda TwinAir Natural Power percorre fino a 340 km.
Panda EasyPower – La nuova Panda EasyPower è la versione a doppia alimentazione (GPL/benzina) che amplia la gamma di un modello da sempre attento alle reali esigenze dei clienti. Disponibile negli allestimenti Pop, Easy e Lounge, la nuova versione è una soluzione intelligente soprattutto in un periodo in cui il prezzo di benzina e gasolio aumenta costantemente. Del resto, il GPL è un combustibile “pulito” ed economico, oltre ad essere una fonte di energia largamente disponibile in Italia. Dunque, con la nuova Panda EasyPower si risparmia sia al momento dell’acquisto sia nell’uso quotidiano.
MOTORE – Equipaggiata con 1.2 da 69 CV Bi-fuel, la nuova Panda EasyPower assicura ridotti livelli di CO2 (107 g/km) e consumi contenuti (6,6 litri/100 km nel ciclo combinato). Inoltre, grazie al doppio serbatoio, la vettura vanta un’ottima autonomia complessiva: mantiene invariata quella a benzina utilizzando lo stesso serbatoio della versione standard, ed aggiunge l’autonomia a GPL che può superare i 350 km nel ciclo extraurbano.
 

Di seguito i parametri più significativi che sottolineano i vantaggi offerti dalla nuova Panda 4×4 rispetto alla precedente Panda Classic 4×4.

BENZINA

GASOLIO

Panda Classic 4×4

1.2 FIRE

Nuova Panda

4×4

0.9 TwinAir Turbo

Panda Classic

4×4

1.3 Multijet

Nuova Panda

4×4

1.3 Multijet II

Potenza (CV)

69

85

75

75

Coppia (Nm)

102

145

145

190

N. marce cambio

5

6

5

5

0-100 km/h (S)

15,3

12,1

16,1

14,5

Consumi (l/100km)

nel ciclo combinato

6

4,9

4,9

4,7

CO2 (gr/km)

nel ciclo combinato

139

114

128

125

Articoli Collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva l'AD Block

Gentile lettore, per navigare sul sito di ELABORARE ti chiediamo di disattivare l'AD Block. Ci sono persone che lavorano per offrire notizie sempre aggiornate, realizzare prove di auto su strada con un servizio puntuale e di qualità che ha bisogno di preziose risorse economiche che arrivano proprio dai banner disattivati. Grazie, siamo fiduciosi della tua comprensione. Il Team di Elaborare