FORMULA 1PNEUMATICI

Bridgestone lascia la F1

Il Circus non sgomma più!

La società nipponica ha annunciato che non rinnoverà il contratto di fornitura di pneumatici in scadenza a fine stagione 2010

La Bridgestone lascerà la Formula 1 alla fine del 2010. La decisione è stata annunciata in un comunicato dalla società giapponese ed è legata ad un cambio di strategia aziendale reso necessario dalla crisi economica internazionale. Bridgestone dunque non firmerà la nuova fornitura di pneumatici per il Campionato del mondo di Formula 1 della Fia, perché contratto è in scadenza alla fine della stagione 2010. La Bridgestone è nel mondo della F1 dal 1997 ed è fornitore unico di pneumatici per il “circus” dal 2007. La Bridgestone ha spiegato che concentrerà le proprie risorse sullo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti strategi. Lo scorso mese la casa nipponica ha preannunciato un taglio di circa 900 dipendenti in Australia e Nuova Zelanda, come conseguenza del drastico calo di vendite nel settore automobilistico. Nel primo semestre del 2009, la Bridgestone ha denunciato una perdita di 38,3 miliardi di yen, circa 420 milioni di dollari. Il clamoroso ritiro del colosso nipponico si unisce così alle altre case giapponesi che hanno annunciato l?addio alla F1: dalla Honda, che ha abbandonato la scorsa stagione, al Fuji International Speedway, il circuito di proprietà della Toyota che dal 2010 non ospiterà più il Gran Premio del Giappone. La casa nipponica per ora esclude cambiamenti di programma negli altri sport motoristici. A quanto pare, continuerà dunque l?impegno della Bridgestone nella Gp2 Series e nella MotoGp, in cui è fornitore unico di pneumatici in base a un accordo che scadrà nel 2011.

 

www.bridgestone.it

 

  Bridgestone lascia la Formula Uno

Tags

Articoli Collegati