AUTOSTORICHE EPOCAEVENTI

Mille Miglia 2012

Passione, sfida e leggenda… questa è la Mille Miglia, che ques’anno ha visto la vittoria del duo argentino al termine di una gara che ha visto lottare i primi due classificati in un testa a testa lungo tutti i 1600 km del storico percorso Brescia-Roma-Brescia. Gli argentini, già arrivati primi nella tappa di Roma, hanno prevalso definitivamente sui rivali dopo l’ultima prova di Fiorano. In una lotta senza precedenti, accompagnata dalla straordinaria accoglienza del pubblico lungo le strade italiane, l’equipaggio 68 a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 del 1933 è riuscito a tenersi in testa alla classifica, alternandosi nelle prime due posizioni per tutte e tre le tappe. Alle spalle il 10 volte campione Giuliano Canè. L’imprenditore bolognese e la moglie Lucia Galliani, partner in tutte le sue corse, a bordo di una BMW 328 Mille Miglia Roadster del 1939 avevano concluso la prima tappa in testa. Al terzo posto l’equipaggio n. 61 Moceri – Cavalleri, su Aston Martin Le Mans del 1933. Fuori dal podio uno dei favoriti: il vincitore dell’ultima edizione della Mille Miglia, il mantovano Giordano Mozzi in coppia con la moglie Stefania Biacca, su una splendida Lancia Astura del 1938, unica auto esistente di questo modello. La corsa più bella del mondo torna sulle strade italiane con 382 auto che sono dei veri gioielli della storia dell’automobilismo. Splendide protagoniste di un’avventura straordinaria che inizia a Brescia nel 1927, con la prima edizione della Mille Miglia. Allora, fino al 1957, la Mille Miglia fu una gara di velocità che vide sfidarsi i più grandi piloti dell’epoca, figure mitiche come Nuvolari o Fangio, alla guida di modelli che proprio nella Mille Miglia avevano la più prestigiosa occasione di visibilità, notorietà e confronto. Oggi la Mille Miglia è una gara di regolarità riservata esclusivamente ad auto e modelli che corsero la gara di velocità, selezionate con criteri estremamente rigidi e sempre più fedele alla tradizione. Auto che competono lungo lo storico percorso Brescia-Roma-Brescia. E’ anche un simbolo universale e insuperabile della passione per le auto, per i motori e per l’avventura. E per l’Italia, uno spettacolo fatto di passione, sport, emozione. Reso ancora più unico dal Ferrari Tribute, con 140 Ferrari – costruite dal 1958 ad oggi – che precederanno di circa un’ora la gara di regolarità. Anche quest’anno la storica corsa ha potuto fregiarsi del riconoscimento di una medaglia da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano “in segno di vivo apprezzamento per l’iniziativa, conosciuta nel mondo quale evento di tradizionale eccellenza italiana e che, per il suo storico percorso, contribuisce a valorizzare le bellezze del nostro paese”.

Tappa notturna a Roma Capitale –  Nella meravigliosa cornice di Castel San’Angelo, location migliore per attendere l’arrivo dei partecipanti alla Mille Miglia. Un evento che ha richiamato migliaia di persone. Dappertutto tantissimi fotografi per poter prendere le inquadrature più suggestive, dovunque ti giri ci sono emittenti televisive, camminando in mezzo alla gente si incontrano vip. Tutto è organizzato nei minimi dettagli, insomma un evento che ti lascia a bocca aperta.  Ecco che arrivano le prime auto, l’emozione è grande, la folla esulta. Come le ultime due edizioni “le regine della strada” sono precedute dal corteo di Ferrari, provenienti da tutto il mondo che, rendono omaggio alla manifestazione. Ad attenderle c’è il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo che si complimenta con gli equipaggi di ogni vettura. Di seguito arrivano anche le mitiche 382 auto d’epoca che chiudono la manifestazione.

La Madrina della Mille Miglia 2012 – Madrina di questa edizione è stata l’attrice Martina Stella, volto noto del cinema e della televisione, protagonista, tra l’altro, della miniserie TV Angeli e diamanti (Canale 5) e di Tutti pazzi per amore 3 (Rai Uno).

Vip in corsa – Come ogni anno, il fascino della Mille Miglia attrae grandi personalità del
panorama sportivo, imprenditoriale e istituzionale. In questa edizione ai nastri di
partenza si sono presentati lo sceicco Mohamed Al Thani, John Elkan Presidente del Gruppo Fiat e sua moglie Lavinia Borromeo al volante di una berlinetta sportiva Fiat 8V costruita, in piccola serie, dal 1952 al 1954. Sono inoltre stati presenti al via: Stirlin Moss (storico collaudatore Jaguar e detentore del record assoluto della Mille Miglia percorse i 1600 km in 10 ore e 8 minuti) Norman Dewis partono da Viale Venezia alla guida della Jaguar C-type del 1953. Jochen Mass, ex pilota di Formula e grande appassionato della Mille Miglia, sulla leggendaria “Ali di Gabbiano”, la Mercedes-Benz 300 SL W194 del 1952, che quest’anno compie 60 anni. Mercedes-Benz Classic infatti ha reso omaggio al debutto del 1952 e ad altri successi del reparto corse di Stoccarda, ottenuti nella leggendaria gara su strada, disputata per la prima volta 85 anni fa.

 

Tags

Articoli Collegati

Back to top button
Close