CORSI di GUIDARACING CORSE SPORT AUTO

In pista con Henry Morrogh

Una Pasquetta all’insegna del divertimento e della gioia di correre in pista con un maestro d’eccezione. Infatti per festeggiare e trascorrere lunedì 1 aprile in maniera davvero speciale, la Henry Morrogh Racing Drivers School organizza per “La Pasquetta del pilota”. Sarà un’intera giornata di prove libere sul rinomato e impegnativo Autodromo di Magione, dove la HMRDS metterà a disposizione dei partecipanti dei bolidi da corsa come: Formula Monza 012, Formula Tatuus Renault 2000 ed F3 Dallara Mugen Honda.

Henry Morrogh Racing Drivers SchoolDopo questo appuntamento sarà la volta dei corsi della Henry Morrogh Racing Drivers School  che si svolgeranno, presso il Circuito del Sele, il 22 e 23 Aprile. Subito dopo il weekend pasquale la HMRDS sarà impegnata in una sessione di lezioni, durante la quale sarà possibile prendere parte ai corsi di I e II livello. Le vetture a disposizione sono le Formula Ford 1.6 e 1.8, le Mirage M012 e le più prestazionali Formula Renault 2.0 e Mugen-Honda Formula 3. Il team Morrogh, che nel 2013 sarà presente in prima persona nel campionato Formula Monza, ha fatto ritorno alle corse, senza dimenticare i corsi per piloti di monoposto.

Henry Morrogh Racing Drivers SchoolLa personalizzazione delle lezioni, spalmabili nel tempo con specifici programmi ad hoc, è uno degli obiettivi principali della Henry Morrogh Racing Drivers School. I corsi d’ingresso, al volante delle Van Diemen Formula Ford 1.6 e delle Mygale Formula Ford 1.8, dotate di cambio manuale ad innesti frontali non sincronizzato, fanno da base per i corsi successivi, costruiti sulle esigenze dei singoli allievi. Al briefing teorico segue subito il primo turno in pista, composto da 5 o 10 tornate a seconda dei casi. Il capo istruttore Massimo Torre, presente nei punti cruciali del tracciato, compila la scheda allievo ad ogni passaggio e, con l’aiuto della telemetria, al ritorno ai box illustra pregi, difetti, errori e correzioni da fare. Nei corsi base i primi turni in pista sono rivolti all’uso del cambio e alla giusta valutazione della traiettoria ideale. Di seguito viene posta l’attenzione sulla gestione della frenata, i punti di staccata e la ricerca del tempo sul giro. Il rilievo cronometrico è uno degli aspetti che molti allievi vorrebbero ottenere subito, ma che ha necessario bisogno di un po’ di pratica; per questo motivo è lo step finale sul quale ci si concentra. Infine vengono analizzati tutti i dati raccolti e si raffrontano le sessioni in pista, che in genere mostrano i progressivi miglioramenti di turno in turno. La possibilità di effettuare corsi nei maggiori autodromi nazionali e di spaziare tra vetture profondamente diverse per caratteristiche e prestazioni, rende la HMRDS unica nel suo genere. Motorsport is passion…

Henry Morrogh Racing Drivers SchoolLe vetture – Il parco auto della Henry Morrogh Racing Drivers School, recentemente rinnovato, si compone di quattro Formula Ford 1.6 e 1.8, due Mirage 012, una Formula Renault 2.0 e due Formula 3.

Formula Ford 1600
Telaio: Van Diemen
Motore: Ford Z-Tec 1600 cc
Potenza: 130 Hp
Cambio: Hewland 200 – 4 marce
Pneumatici: Stradali

Formula Ford 1800
Telaio: Mygale
Motore: Ford Z-Tec 1800 cc
Potenza: 155 Hp
Cambio: Hewland 200 – 4 marce
Pneumatici: Slick da competizione

Mirage 012
Telaio: Mirage in carbonio omologato F3
Motore: Renault K4MRS 1600 cc
Potenza: 140 Hp
Cambio: Sequenziale – 5 marce
Pneumatici: Intermedie da competizione

Formula Renault 2.0
Telaio: Tatuus (kit aerodinamico 2007)
Motore: Renault 2000 cc
Potenza: 195 Hp
Cambio: Sequenziale – 6 marce
Pneumatici: Slick da competizione

Formula 3
Telaio: Dallara F302
Motore: Mugen-Honda 2000 cc
Potenza: 230 Hp
Cambio: Sequenziale – 6 marce
Pneumatici: Slick da competizione

Il tracciato – Il Circuito del Sele, che si percorre in senso orario lungo i suoi 1800 metri, per le caratteristiche molto tecniche è ideale per la Henry Morrogh Racing Drivers School. Il tornantino in fondo al rettilineo di partenza, ottimo per una staccata impegnativa, la difficile Esse dei box, nella quale è fondamentale il bilanciamento della vettura, l’impegnativa curva 5, nella quale è particolarmente difficile trovare il perfetto punto di corda, hanno subito convinto Henry Morrogh, che ha visto nel tracciato campano un concentrato di temi da sviluppare nelle lezioni tenute dal capo istruttore Massimo Torre. Nato nel 1985 il Circuito del Sele di Battipaglia è il campo scuola della HMRDS dal 2011.

Henry Morrogh Racing Drivers School

Tags

Articoli Collegati

Back to top button
Close