CRONACA

Terremoto forte scossa in Campania

Terremo forte scossa in campania. Si è avvertita anche a Roma alle 18:08 domenica 29 dicembre 2013 la scossa di terremoto con epicentro in campania zona Napoli-Caserta e nelle altre province della Campania. Precisamente l’epicentro è stato segnalato nel Casertano, nell’area del Sannio, a ridosso dei Monti del Matese, la scossa più forte delle 18:08 è stata del 5° della scala Richter, ad una profondita’ 10 km, dati riferiti dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia, con aree interessate Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese.
La scossa e’ stata avvertita anche a Napoli, Pozzuoli, Marcianise, Nola, Campobasso e fino a Roma Nord. Pochi minuti prima era stata registrata una scossa con magnitudo 2.7 nell’area del Matese.
SCOSSE di ASSESTAMENTO – Numerose scosse di assestamento inferiori al grado 3 si susseguono da domenica 29 alle ore 18:16, 18:21; 18:26; 18:29; 19:11; 19:16 senza tregua continuamente alla media di 3/5 l’ora. Alle ore 6.42 di Lunedi 30 dicembre le scosse totali registrare sono oltre 40.
Numerose le testimonianze di lettori di Elaborare sulla pagina Facebook di Elaborare link QUI

Marco Iacovacci aggiornamento del 29 dicembre alle ore 22.00: “Da comunicazioni radio, apprendiamo che sembra non ci siano danni rilevanti a persone o cose. Unico problema può risultare difficile comunicare con la zona, infatti alcuni gestori telefonici hanno avuto dei problemi sui loro sistemi radiomobili. Anche Telecom accusa qualche problema alle linee fisse in qualche zona. Ripetiamo al momento non si segnalano danni ingenti a persone o cose anche se fino ad ora ci sono state circa 31 scosse su epicentri vicini ma distinti che hanno raggiunto al max magnitudo 3”.
Fabio Formato Pozzuoli   “Decisamente forte vicino Pozzuoli”
Francesco Napolitano – Nola provincia di napoli “sisma avvertito anche qua fortunatamente nessun danno ma tanta paura….”
Luca Giuliano – Marcianise (ce) “ha tremato il tavolo e la sedia…i lampioni in strada ancora si muovono…”
Domenico DroptheBass Carratù NAPOLI CENTRO PIANO TERRA “scossa abbastanza sentita”
Dario Pellegrini Vicino Campobasso “Si è sentita tutta! Stanno tutti fuori”
Alessio Cipriani “un mio amico di napoli mi ha detto che è stata una bella botta, ma stà bene, non ha parlato di danni”
[mappress mapid=”38″]


terremoto-napoli-2013-dicembre

IRPINIA ULTIMI TERREMOTI IN CAMPANIASono passati 33 anni da quel 23 novembre del 1980, una domenica alle 19.34, nella quale si registrò un forte terremoto che ha scosso la Campania: la scossa era di magnitudo 6.9.
In Irpinia provocò 2.914 morti e 8.848 feriti, oltre a circa 280 mila sfollati. L’epicentro era tra i Comuni di Teora, Castelnuovo e Conza della Campania; il terremoto colpì le province di Avellino e Salerno, oltre a quella di Potenza in Basilicata.
Danni maggiori furono a Laviano, Lioni e Sant’Angelo dei Lombardi. Ma anche a Napoli. 679 i Comuni colpiti in otto province della Campania, Basilicata e Foggia in Puglia

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n’è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati