Pista gareSportivo-High-Performance

Test pista pneumatici sportivi Hankook Ventus Evo2

Provati in pista nuovi pneumatici sportivi stradali ad alte prestazioni Hankook, marchio ufficiale nel Campionato DTM. Omologati da BMW e Mercedes strizzano l’occhio al tuning e al mercato aftermarket.

CastellolìBARCELLONA – Siamo volati in Spagna, sul circuito di test a Castellolì nei pressi di Barcellona per saggiare la nuova gamma di pneumatici Hankook. Quattro nuove coperture, direttamente derivate dal Motorsport che rappresentano ben più di un evoluzione dei rispettivi modelli precedenti. Hankook VentusHankook Tire è uno dei principali produttori mondiali di pneumatici ed una delle aziende dalla maggior crescita in questo settore. I suoi cinque centri di Ricerca e Sviluppo, attivi in Corea del Sud, Cina, Giappone, Stati Uniti e Germania portano avanti un continua ricerca tecnologica per offrire un prodotto di alta qualità, mettendo a frutto anche l’esperienza maturata sui campi di gara come fornitore unico del Campionato DTM tedesco. Ma la casa coreana è ben radicata anche nel vecchio continente: nel centro tecnologico di Hannover (Germania), vengono sviluppate le soluzioni per pneumatici richieste per i mercati europei e per le forniture di primo equipaggiamento europee, realizzate sulla base dei requisiti delle principali case automobilistiche. La produzione avviene nell’avveniristico stabilimento produttivo europeo di Rácalmás (Ungheria), inaugurato nel giugno del 2007 ed in continua espansione. Al termine della costruzione dell’ultima unità di produzione nel 2014/15, la capacità produttiva della fabbrica salirà a circa 17 milioni di pneumatici l’anno. La qualità dei pneumatici Hankook è testimoniata dall’omologazione in primo equipaggiamento delle proprie coperture per vetture come Mercedes Classe S (Ventus Prime2) e Classe E (Ventus S1 Evo2). Quest’ultima copertura è stata scelta anche da BMW per le sue Serie 3 e 5 e, in versione SUV, anche per la inossidabile Xfive!

DTM Hankook (2) Hankook nel DTM – Altro che caffé… per svegliarsi al mattino non c’è nulla di meglio di un giro con Daniel Juncadella e la sua Mercedes DTM: asfalto umido, pista sconosciuta e numerose curve cieche da rimanere con il cuore in gola le prime volte che le affronti, specie da passeggero. Emozioni forti e un assaggio in diretta delle prestazioni dei pneumatici Hankook Racing da bagnato su una vettura con oltre 520 CV su 1.000 Kg. Le condizioni? Le peggiori possibili: non piove a sufficienza perché l’asfalto si lavi, ma c’è abbastanza acqua da sollevarne una nube con gli imponenti pneumatici. Daniel tranquillo come se stesse giocando con la Playstation, la Mercedes che scoda come una maledetta, trattenuta nel suo impeto dal grip delle Hankook intagliate e un sorriso da ebete stampato sul volto del sottoscritto… sono queste le tre cose che mi rimarranno impresse a vita!
Guarda il video della Mercedes DTM di Juncadella
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_Z1AVIVivXQ[/youtube] DTM Hankook (1)

Hankook Ventus V12 evo2 (3)Ventus V12 evo2 – Dal DTM alle vetture stradali: questa la sequenza temporale della nostra prova a Castellolì ma è anche il percorso tecnologico che ha portato l’esperienza maturata sui campi di gara direttamente sulla gamma degli stradali ad alte prestazioni. Il “2” che sovrasta la sigla del pneumatico significa che siamo in presenza della seconda evoluzione di questa copertura, migliorata sotto numerosi aspetti. In pista abbiamo a disposizione una Mini da guidare su fondo pesantemente bagnato, il che ci ha permesso di valutare (positivamente) la direzionalità e la tenuta sui fondi particolarmente scivolosi. Del predecessore riprende infatti l’elevata capacità di drenaggio dell’acqua, qui ulteriormente migliorata grazie a delle micro scolpiture longitudinali. Queste facilitano anche lo smaltimento termico del calore in eccesso, per una migliore stabilità della copertura nell’utilizzo tipico dei track day. Il design del battistrada riprende una tecnologia già collaudata nel Motorsport: si chiama “Multi-Tread-Radius” e abbina un materiale estremamente rigido ma particolarmente leggero nello strato cinturato, a garanzia di una più ampia area di contatto del pneumatico in condizioni di sollecitazioni estreme, come ad esempio nelle curve ad elevata velocità. Ottimizzati anche la silenziosità e la resistenza al rotolamento. Sarà in commercio dalla prossima primavera in 25 misure da 16 a 19 pollici con battistrada da 205 a 255 mm nelle serie da 30 a 50.
Hankook Ventus V12 evo2 (1)

Hankook Ventus S1 evo2 (4)Hankook Ventus S1 evo2 – Omologati da BMW e Mercedes! E’ questo il miglior biglietto da visita di queste coperture con cui abbiamo condotto un test piuttosto approfondito inanellando numerosi giri sul tracciato di Castellolì con una BMW 335i (misura 225/40 R19 davanti e 255/35 R19 dietro), sia al mattino con il fondo particolarmente bagnato, sia nel pomeriggio quando un tiepido sole e un vento teso hanno asciugato l’asfalto, perlomeno in traiettoria.
Hankook Ventus S1 evo2 (1)La prima sensazione è di una stabilità estrema nelle condizioni più severe, accompagnata da un ottimo lavoro della spalla che, specie sul bagnato, consente inserimenti in curva rapidi e precisi. Leggermente meno chirurgica la resa sull’asciutto, dove in ogni caso è possibile esprimersi ad alti livelli. In entrambe le situazioni è la frenata a impressionare tanto che progressivamente abbiamo superato i riferimenti posti a bordo pista posti dallo staff Hankook.
Hankook Ventus S1 evo2 (3)
Dal DTM questo pneumatico riprende l’idea di un battistrada multiraggio, per una pressione di contatto uniforme su tutta l’impronta ideale, e la realizzazione dei tasselli in tre strati progressivamente più ampi: maggiore è l’usura più elevata è la superficie di contatto a terra del pneumatico. Successivamente, a bordo di una BMW Serie 5 abbiamo apprezzato il confort e la silenziosità di marcia, requisiti fondamentali per Marchi blasonati come BMW e Mercedes. In questo caso è emersa tutta la bontà del lavoro svolto a livello di struttura del pneumatico: grazie all’utilizzo di acciai ultraleggeri nella carcassa è stato possibile ridurre il peso totale; tutto ciò insieme all’utilizzo di un nuovo polimero nella mescola e al profilo aerodinamico del pneumatico, garantisce un miglioramento in termini di consumi e silenziosità di marcia.

Hankook Ventus Prime2 (1)Hankook Ventus Prime2 – Prestazioni e lusso. Oltre a soddisfare le esigenze di prestazioni di frenata eccellenti e di maneggevolezza eccezionale, importanti aspetti di sicurezza per tutti i veicoli Mercedes-Benz, le specifiche di progettazione del Ventus Prime² hanno puntato su un comfort ottimizzato, su un rumore di rotolamento minimizzato e su una resistenza al rotolamento significativamente ridotta. Anche in questo caso ritroviamo la tecnologia multiraggio abbinata ad una nuova mescola del battistrada in nano-silicio, studiata per ridurre significativamente la resistenza al rotolamento. Questo modello di pneumatico per la Mercedes-Benz Classe S è attualmente prodotto dalla fabbrica principale per la gamma Ultra High Performance di Hankook, con sede a Geumsan, in Corea del Sud con misure che vanno dal 195/65 R15 al 255/45 R18.
Hankook Ventus Prime2 (3)

 

Tags

Articoli Collegati

Back to top button
Close