Pista gareRACING CORSE SPORT AUTO

Campionato Italiano Turismo Endurance

Esordio esaltante per la “Cinquona” dell’officina Ferraris

Esordio esaltante per la nuova ?Cinquona?, autentica supercar da competizione realizzata artigianalmente dalla Romeo Ferraris, che questo week-end ha sbalordito tutti sul circuito di Adria (RO), in occasione della seconda tappa del Campionato Italiano Turismo Endurance, dove ha chiuso entrambe le manche sul terzo gradino del podio.Ottima anche la prestazione della ?premiata coppia? Anelli/Curti, giunta al quarto posto in Gara 1 e terza in Gara 2, dopo una spettacolare prova di forza agli ultimi giri del funambolico Fabio Anelli, che però poco ha potuto contro la potenza superiore del mezzo del suo inseguitore, che l?ha sorpassato approfittando del gap della 147 proprio all?ultima tornata, relegandolo in una comunque ottima e meritatissima terza posizione!

Un missile. Così descrive la Cinquona Mario, figlio d’arte che ha portato all’esordio come portacolori del Team Aeffem la nuova creatura a cui ha dato vita il padre Romeo insieme all’ideatore Aldo Cerruti e al preparatissimo staff della Race Factory di Opera (MI). Un autentico prototipo di piccola cilindrata che è stato in grado di battagliare ad armi pari con le auto più potenti della prima divisione, nella categoria 3000, mettendo in evidenza la bontà del progetto e tutte le sue potenzialità, ancora da sviluppare.Un?auto impressionante, che ha sbalordito chi l?ha fatta e chi è stato costretto ad inseguire le stelle della sua carrozzeria per tutta la gara. Il merito ovviamente va anche al velocissimo Mario Ferraris, che per poterla mettere a punto ha preferito fare tutte e due le gare da solo, senza nessun cambio, soluzione che gli ha si permesso di dare ottimi consigli al team ma che gli è costata un mancamento al termine della prima manche, dovuto ad un calo di sali e di liquidi, che però non gli ha impedito di tagliare il traguardo al terzo posto. Una grande prova di forza e di volontà, oltre che di coraggio, del nostro Iron Man, che ha fatto alla squadra un regalo che nessuno dimenticherà facilmente. ?Gestirla e guidarla è davvero faticoso, i cavalli sono tantissimi e per andare forte occorre molta perizia e forza, ma siamo nella direzione giusta e al momento stiamo sfruttando meno della metà delle sue potenzialità?. Questo il commento a caldo di Mario al termine di Gara 2 dove, ancora una volta, ha relegato nei piccoli specchi retrovisori gli altri piloti della prima divisione, guadagnando per la seconda volta consecutiva un meritatissimo terzo posto. Un bel regalo al Team è arrivato anche dalla collaudata coppia Anelli/Curti che, con la 147 Cup ?Stellare? ha fronteggiato un?agguerrita concorrenza, equipaggiata con auto più moderne e potenti, che però non hanno spaventato l?ormai celebre duo lombardo (in questa occasione soprannominati Cip & Ciop), che ha chiuso al quarto posto in Gara 1 e al terzo in Gara 2, beffati all?ultimo passaggio dopo un finale davvero avvincente e adrenalinico. Successi su successi per Aeffem, che si conferma un Team vincente e molto competitivo in tutte le categorie a cui prende parte. Il prossimo week-end sarà impegnato a Imola con le tre auto iscritte al Trofeo Abarth 500 e sulla pista di Vallelunga con la Ferrari F430 Gts, per la seconda tappa del Coppa Italia.

 

www.romeoferraris.com

 La "Cinquona" di Romeo Ferraris nella gara del CITE

  La "Cinquona" di Romeo Ferraris nella gara del CITE

  La "Cinquona" di Romeo Ferraris nella gara del CITE

   La "Cinquona" di Romeo Ferraris nella gara del CITE

Articoli Collegati

Back to top button