CRONACA

uovo di pasqua quale sorpresa?

Cosa vorresti trovare dentro l’uovo di Pasqua? Buoni carburante, corso di guida, modulo aggiuntivo, ecc ecc.  è questo che gli appassionati di motori vorrebbero trovare dentro l’uovo di Pasqua. Ma perché si regala l’uovo? L’uso di regalare uova è antichissimo. Sicuramente è legato al fatto che la Pasqua coincide con l’inizio della primavera, originariamente celebrata con riti per la fecondità ed il rinnovamento della natura. L’uovo simboleggia la vita che si rinnova.
Anche nel Medioevo era tradizione regalare uova ai servitori; in Germania le uova venivano donate ai bambini insieme ad altri regali pasquali. In alcuni paesi, come la Gran Bretagna, ogni anno a Pasqua i bambini vanno a cercare in giardino, fra l’erba e i cespugli, le uova che il dispettoso coniglietto pasquale ha colorato e poi nascosto” ci racconta un esperto di una nota pasticceria romana.
Pasticcerie, bar, fornai: un trionfo di uova in confezioni primaverili. Anche se i consumi crollano e i commercianti piangono. Anni fa a Pasqua, e la congiuntura anche allora non era favorevole, si mangiavano le uova sode con il guscio colorato di rosso, giallo o verde.
L’uovo di pasqua più grande del mondo è regolarmente registrato nel Guinnes dei Primati: è stato realizzato dall’azienda produttrice di cioccolato Belga, Guylian.
E’ alto 8,32 metri, pesa 1950 Kg e per realizzarlo sono state impiegate circa 50.000 barrette di cioccolato. Il tempo per costruirlo è stato di 525 Ore.

A te cosa piacerebbe trovare dentro l’uovo di Pasqua? 

Tags

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4×4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell’anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n’è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche

Close