RACING CORSE SPORT AUTO

Risultati Gran Premio D’italia Monza F1 2013

Gran Premio d’Italia 2013 (La Gara) – di Francesca Galbiati

Il pilota Red Bull, Sebastian Vettel, ha conquistato la sua 32ª vittoria in carriera nel Gran Premio di Monza con la Red Bull motorizzata Renault. Con questa vittoria, la terza a Monza, Vettel eguaglia il numero totale di successi ottenuti in Formula Uno da Fernando Alonso: entrambi i campioni, infatti, sono adesso a quota 32.

Un altro Gran Premio d’Italia si è concluso ed i tifosi tornano a casa stanchi ma felici. Sugli spalti di Monza a festa per la Formula 1 2013 tanti italiani ma anche inglesi, tedeschi, spagnoli e finlandesi: ognuno pronto a tifare il proprio beniamino, tutti qui per vivere un weekend di passione pura per la Formula 1.
Qui non è come allo stadio, qui i tifosi si trovano e ritrovano per festeggiare lo sport: certo, quando i duelli in pista si infiammano, vedi la partenza di oggi con le due Red Bull e le due Ferrari a confronto, il pubblico fa lo stesso ma poi ci si beve una birra tutti insieme e tutto passa.
C’è anche chi fa nuovi incontri, costruisce legami… Proprio come hanno fatto i ragazzi del Gruppo delle Parrucche Rosse, ragazzi italiani e ragazze spagnole, che, dal 2010, ogni anno girano l’autodromo con il loro “modellino Ferrari” dotato di stereo ed organizzano coreografie per divertirsi e far divertire il pubblico.
Ci sono anche tante famiglie con bambini anche piccoli perché come dicono i papà “ci teniamo a far conoscere loro questo ambiente che noi stessi abbiamo scoperto con i nostri papà! I gran premi sono sempre una festa..soprattutto se a vincere è la Ferrari!”.
E a proposito di Ferrari c’è da dire che, per il terzo anno consecutivo, Fernando Alonso e il Cavallino hanno mancato di poco il gradino più alto del podio (sia nel 2011 che nel 2012 Alonso ha conquistato il terzo posto, ndr) ma il pubblico sotto “l’astronave” (così è soprannominato il podio di Monza, ndr.) era tutto per la rossa ed il suo pupillo.
In migliaia hanno acclamato Alonso per quasi mezz’ora e lui, che lo scorso anno aveva sottratto una telecamera per filmare il suo pubblico, quest’anno ha utilizzato il suo smartphone per immortalare il momento perché “come il pubblico di Monza non ce n’è!”.
Anche Sebastian Vetterl si è detto soddisfatto della sua terza vittoria in terra brianzola perché, nonostante alcuni fischi ricevuti, “qui nel 2008 ho conquistato la mia prima vittoria in carriera quindi rivincere e risalire su questo podio è sempre un’emozione particolare!”.
Per Mark Webber quello di oggi è stato il primo podio a Monza e lui ci ha tenuto a dire: “sono felicissimo di aver conquistato questo podio perché mi sarebbe dispiaciuto lasciare la Formula 1 senza aver visto dall’alto lo spettacolo che solo Monza ed il suo pubblico sanno regalare!”.
In conferenza stampa c’è stato anche il tempo di scherzare: un giornalista ha infatti chiesto ad Alonso perché si era lamentato della luce posteriore di Vettel.
La gag è subito iniziata con lo spagnolo preso bonariamente in giro da Vettel che gli ha detto, accarezzandogli la testa come fosse un bambino, “non lo sapevo! Ma era per segnalarti che stavo andando via!”.
Altrettanto simpatica è stata la risposta del ferrarista: “certo che non lo sapevi e non potevi neanche immaginarlo visto che da un po’ di tempo non sei più abituato ad avere davanti a te qualcuno!”.
In termini di risultati un plauso va sicuramente a Kimi Räikkönen su Lotus (Renault) che, dopo un contatto al via con conseguente sosta ai box per cambiare il musetto, è stato autore di una splendida rimonta conclusa in undicesima posizione.
Il finlandese sembra sempre più vicino ad un ritorno in Ferrari, anche se il Team per ora non si è sbilanciato e si è limitato ad un semplice “ne parleremo in settimana”.

Classifica Finale FORMULA 1 GRAN PREMIO D’ITALIA 2013

Pos No Driver Team Laps Time/Retired Grid Pts
1 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 53 1:18:33.352 1 25
2 3 Fernando Alonso Ferrari 53 +5.4 secs 5 18
3 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 53 +6.3 secs 2 15
4 4 Felipe Massa Ferrari 53 +9.3 secs 4 12
5 11 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 53 +10.3 secs 3 10
6 9 Nico Rosberg Mercedes 53 +10.9 secs 6 8
7 19 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 53 +32.3 secs 7 6
8 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 53 +33.1 secs 13 4
9 10 Lewis Hamilton Mercedes 53 +33.5 secs 12 2
10 5 Jenson Button McLaren-Mercedes 53 +38.3 secs 9 1
11 7 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 53 +38.6 secs 11
12 6 Sergio Perez McLaren-Mercedes 53 +39.7 secs 8
13 12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 53 +40.8 secs 16
14 16 Pastor Maldonado Williams-Renault 53 +49.0 secs 14
15 17 Valtteri Bottas Williams-Renault 53 +56.8 secs 18
16 15 Adrian Sutil Force India-Mercedes 52 +1 Lap 17
17 20 Charles Pic Caterham-Renault 52 +1 Lap 20
18 21 Giedo van der Garde Caterham-Renault 52 +1 Lap 19
19 22 Jules Bianchi Marussia-Cosworth 52 +1 Lap 21
20 23 Max Chilton Marussia-Cosworth 52 +1 Lap 22
Ret 18 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 14 Transmission 10
Ret 14 Paul di Resta Force India-Mercedes 0 Accident 15

 

VETTEL dominala gara con il motore RENAULT RS27 e pneumatici PIRELLI

Monza, 8 settembre 2013 – Partito dalla pole position, il 26enne tedesco è andato a vincere con una strategia ad una sola sosta, portando così a 53 punti il proprio vantaggio in classifica rispetto all’inseguitore, Fernando Alonso. Anche lo spagnolo della Ferrari ha optato per una strategia ad un solo pit stop: è partito con i P Zero White medium per poi montare i P Zero Orange hard al 27° giro. Questa strategia gli ha consentito di concludere la gara sul secondo gradino del podio, dopo essere partito in 5ª posizione.

La gara è iniziata con una temperatura ambientale di 26 gradi e, nonostante qualche goccia caduta poco prima dello start, il Gran premio si è corso in condizioni asciutte.
Tutti i piloti hanno iniziato con gomme medie, ad eccezione di Lewis Hamilton, Mercedes, di Kimi Raikkonen, Lotus, e di Esteban Gutierrez, Sauber, che sono partiti con mescola dura. Il primo dei piloti di testa ad effettuare una sosta programmata è stato Romain Grosjean, Lotus, al 20° giro, passando alle gomme dure: scelta che ben presto si è rivelata popolare. Il leader della gara, Vettel, si è fermato tre giri dopo, anche lui per montare gomme dure con cui ha corso fino alla bandiera a scacchi .

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha dichiarato: “Qualche goccia di pioggia caduta 30 minuti prima della gara ha spinto alcuni ad andare in griglia con  gomme intermedie. Man mano che la pioggia si è allontanata, i più hanno poi deciso di partire con gomme medie.
E’ stata una gara ad una sola sosta, con poco degrado; molte vetture hanno segnato i giri più veloci  verso la fine. Come sempre, ogni strategia dipende da molti fattori, ma con l’allontanarsi della pioggia, la scelta di Vettel di iniziare con le medie e di fermarsi una sola volta è stata vincente.
Monza è una grande prova per gli pneumatici: qui le temperature delle coperture possono raggiungere  i 130 gradi Celsius all’uscita della Roggia, ma le gomme si sono comportate bene per tutto il weekend. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare i tifosi: come sempre l’atmosfera qui è elettrica; siamo veramente orgogliosi che questa sia la nostra gara di casa” .
Motorsport Pirelli Paul Hembery

 

Rémi Taffin, Direttore Prestazioni di Pista di Renault Sport F1

remi_TAFFIN_Renault_F1_SportPer un costruttore di motori è una sensazione fantastica vincere qui e ottenere un doppio podio è la ciliegina sulla torta. Tutte le otto vetture con il motore RS27 Renault hanno concluso questa gara che è la più dura della stagione, con tre ai punti. Questa stagione si sta rivelando eccezionale per noi finora, con vittorie nelle più difficili gare  Montreal, Spa e ora Monza. In questo ultimo anno dei motori V8 ci stiamo impegnando come se fossimo sette anni fa, quando sono stati introdotti. Festeggeremo questo, ma ci sono ancora una serie di sfide da affrontare entro la fine della stagione. Andiamo ora Singapore, che è una gara molto diversa da questa. Continueremo comunque a spingere fino alla fine per aiutare tutti i nostri team a raggiungerei rispettivi obiettivi in campionato“.

motore_rs27 renaultf1 rsf1

 Potrebbe anche interessarti: 
– Calendario Formula 1 2013 link qui
– Il motore Renault RS27 link qui
– Le qualifiche di Monza 2013 F1 link qui

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Back to top button