MOTORSHOW

Motorshow-33-2008

Al Memorial Bettega i Campioni del mondo Rally Loeb, Solberg e Gronholm.
Domani in scena Miki Biasion e i centauri Marco Simoncelli e Alex De Angelis
 
 
Il Mondiale Rally FIA WRC è appena finito, ma sabato e domenica al Motor Show di Bologna tornerà d’attualità grazie alla presenza di Marcus Gronholm, Petter Solberg e Sébastien Loeb, che, insieme, si sono assicurati tutti i titoli iridati dal 2002 al 2008. Il francese della Citroën, laureatosi Campione del Mondo negli ultimi cinque anni, sarà a BolognaFiere sabato dalle 10.45 e sarà a disposizione della stampa qualche minuto dopo. Solberg, che il Mondiale FIA WRC lo vinse nel 2003, e Gronholm (vincitore nel 2000 e due anni dopo) saranno invece schierati nel Memorial Bettega – con ovviamente il primo su Subaru e il secondo con la Ford entrambe vetture ufficiali.

A corollario di questi piloti al top del rallismo mondiale figurano due “delfini” di Loeb, ossia Daniel Sordo (seconda guida Citroën Sport, terzo nel Mondiale 2008) e François Duval – che fu con l’alsaziano tre anni fa e ora è pilota del team Ford-Stobart. Il bravo Piero Longhi, vincendo il WRC Italia, si è meritato il diritto di poter sfidare tutti gli assi che figurano nell’elenco iscritti.

Gli spettacolari numeri di alta scuola rallistica sono iniziati oggi nel MotorSport Stadium con le gare del Bomboogie WRC Italia, Super 1600 Challenge e R3 Cup – Scuola Rally CSAI, nelle quali si sono sfidati i migliori driver affermati ed emergenti del panorama italiano presenti al Motor Show, al volante delle protagoniste dei rally a quattro e due ruote motrici.

Domani, venerdì 12 dicembre, la settima giornata del Salone Internazionale dell’Automobile sarà animata dalle competizioni del Trofeo S2000 Racomandata 1, Trofeo Super N Raccomandata 1, Subaru Impreza Cup e Pirelli Historic Rally Show, le prime attrici del rallismo contemporaneo e le auto più importanti della storia delle corse su strada appassioneranno il pubblico del Motor Show, che potrà vedere alla guida i campioni protagonisti delle massime serie tricolori.
Come già accennato, Piero Longhi ha vinto il Bomboogie WRC Italia, battendo in finale il modenese Alan Scorcioni, aggressivo fino alla fine sull’insidioso tracciato terra-asfalto del MotorSport Stadium. A completare il podio del Motor Show, troviamo Tobia Cavallini, all’esordio sulla Peugeot 307 WRC.

Nella giornata di debutto dei rally al Motor Show, i primi a scendere sull’impegnativo tracciato misto terra–asfalto del MotorSport Stadium sono stati i giovani della Scuola Federale, protagonisti della R3 Cup-Scuola Rally CSAI, tutti al volante delle vivacissime Renault Clio R3. Ha vinto il bolognese Simone Brusori, che si è imposto in entrambe le manche della sfida finale sul veneto Paolo Oriella, contento di aver concluso il suo primo Motor Show con il secondo posto. Terzo sul podio è salito il romano Matteo Milea, che grazie al giro veloce ha battuto il bresciano Stefano Albertini.

Successo nel Super 1600 Challenge per il ventiseienne messinese Luca Costantino, che ha sbaragliato la concorrenza al volante della Suzuki Swift. Nel duello finale il pilota di Patti ha battuto il bergamasco ventunenne Andrea Cortinovis su Renault Clio S1600, ben più esperto del tracciato del Motor Show. Cortinovis ha vinto la prima manche, ma il siciliano non ha mollato credendo a fondo nella vittoria finale, che ha conquistato. Terzo il lucchese Rudy Nichelini protagonista della finale contro il pistoiese Cristiano Matteucci. Michelini è riuscito ad imporsi di misura nella prima frazione, aumentando poi il margine nella seconda e salendo così sul podio del Motor Show.

Anche le moto a quattro ruote hanno infiammato il MotorSport Stadium con il Quad Trophy, sempre spettacolare grazie ai controsterzi e ai salti interminabili dei centauri a quattro ruote, provenienti da tre nazioni. Vittoria per Silvano Grola su Polaris, che ha preceduto Tiziano Sette in sella alla Yamaha e Denis Rossetto di Suzuki.

La seconda giornata dedicata ai rally si aprirà domani con la presenza illustre di uno dei più grandi fuoriclasse della specialità. Sul tracciato del MotorSport Stadium è infatti atteso il due volte campione del mondo Miki Biasion, al via nel Pirelli Historic Rally Show su una Lancia Delta S4 nella classica colorazione Martini Racing – lo stesso modello di vettura con cui il bassanese ottenne in Argentina, nel 1986, la sua prima vittoria iridata. È invece determinato a difendere il primato conquistato lo scorso anno a Bologna il siciliano Totò Riolo, nuovamente in gara con la Porsche 911 3.0. Emozioni mozzafiato anche con le altre S4, una di queste pilotata dall’abruzzese Marco Gramenzi (campione italiano in carica del CIVM, Gruppo GTM). Il fascino del passato rivive inoltre con le gloriose Lancia Stratos e Rally 037, Fiat 131 Abarth e Opel Ascona 400.
Il misto asfalto-terra del tracciato del Motor Show sarà scenario dell’appassionante testa a testa tra i “big” del Trofeo S2000 Raccomandata 1. In cima alla lista figura il friulano Luca Rossetti, campione europeo ed italiano in carica con la Peugeot 207 S2000. A sfidarlo nientemeno che il Campione del Mondo della Classe 250 di motociclismo Marco Simoncelli, che aveva già fatto il suo esordio con un’Abarth Grande Punto in occasione del recente Monza Rally Show. Al via con uno stesso modello di vettura anche il venticinquenne finlandese Anton Alen, figlio del leggendario Markku (che nella sua carriera ha vinto anche due edizioni del Memorial Bettega nel 1986 e 1988) e il cesenate Andrea Navarra, vero specialista dello sterrato e più volte vincitore del Memorial Bettega. A completare lo schieramento delle Peugeot 207 S2000, troviamo invece il teramano “Dedo” De Dominicis, il reggiano Davide Medici, il bergamasco Alex Perico e il trevigiano Mauro Trentin.

Sarà sicuramente acceso il confronto tra le berline nipponiche del Gruppo N nel Trofeo Super N Raccomandata 1. Su una Subaru Impreza STi N12 sono attesi i toscani Andrea Aghini e Daniele Battistini ed il finlandese Jari Ketomaa. Completa la parata dei campioni l’altro centauro Alex De Angelis, reduce dall’esordio di quest’anno nella MotoGP. Ai nastri di partenza con le Mitsubishi Lancer Evo IX figurano il salernitano Maurizio Angrisani (nel 2008 primo classificato nella Mitsubishi EVO Cup), il reggiano Marco Gatti, il valtellinese Andrea Perego ed il portoghese Armindo Araujo.

Spettacolo con la Subaru Impreza Cup, appuntamento riservato alle Impreza N12 ed N14. Tra i protagonisti in azione il pilota sardo (ma toscano d’adozione) Gavino Carta, quest’anno terzo classificato nell’omonimo monomarca tricolore davanti a Bruno Bentivogli, anche lui della partita insieme ad altri otto specialisti della categoria.

Continua in pista anche l’attività dei test drive BRC e Subaru.
 
 
 
 
 
 

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button