Auto Sportive

Nuova Chevrolet Malibu 2012

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wG-AvbU13L0[/youtube] La nuova Chevrolet Malibu arriva in Italia con il diesel da 160 cavalli e scuote il mercato delle grandi berline ricordando la Camaro.

Il primo contatto con la nuova Chevrolet Malibu (arrivata all’ottava serie) è avvenuto a Firenze all’interno della spettacolare cornice di Villa La Massa, una berlina “media” presente sul mercato automobilistico dal 1964 e che arriva per la prima volta arriva anche in europa. Da hot rod ad auto della polizia, cabriolet e classica berlina media americana, Malibu ha affascinato moltissimi clienti per un lunghissimo periodo come poche altre vetture sul mercato.
PRIME IMPRESSIONI – La vettura si presenta imponente e ben curata, con i fari posteriori ed il cruscotto che ricordano vagamente la Camaro. L’abbiamo guidata sulle strade delle colline toscane dove abbiamo potuto apprezzare le doti di ripresa del turbodiesel che già a 1.300 g/m inizia a spingere per esprimere una spinta notevole verso i 1.500 g/m fino ad arrivare al max verso i 1.800 g/m. La coppia a disposizione è veramente tanta e fornisce al guidatore una piacevole voglia di spingere sull’acceleratore. Ci ha impressionato anche l’assetto preciso e la grande tenuta di strada. Anche forzando la vettura al limite (sempre elevato) la risposta è stata di grande sicurezza, padronanza e controllo del mezzo merito anche dei pneumatici Continental e della misura da 18 pollici di serie. L’auto molto silenziosa segno di una buon lavoro di insonorizzazione. Le finiture interne sono molto buone e trasmettono grande cura e qualità anche nella scelta dei materiali. L’estetica è piacevole, il comfort di guida è da grande berlina di lusso.
Con il cambio manuale, il propulsore 2.0L diesel accelera da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi (*), e raggiunge una velocità massima di 213 km/h. I consumi di carburante nel ciclo misto sono pari a 5,1 litri/100 km, equivalenti a 134 g/km di emissioni di CO2. Il motore è dotato di filtro antiparticolato esente da manutenzione. Sicuramente il prezzo di 31.000 Euro e tutti gli accessori presenti già nella versione base, rendono la Malibu un ottimo mezzo da scegliere per elevato rapporto qualità/prezzo.


NUOVA MALIBU – La nuova Malibù è disponibile in unica versione con il ricco allestimento LTZ e motore diesel 2.0 160 cv; la trasmissione è manuale o automatica a sei rapporti. Di base prevede già sedili e volante in pelle, sedili anteriori riscaldabili e regolabili elettricamente con supporto lombare, sedile guidatore con memoria degli aggiustamenti personalizzabile, sistema KeyLess Entry di apertura e avviamento dell’auto senza chiave, freno a mano elettrico, climatizzatore elettrico bi-zona, sensori di parcheggio posteriori, touch screen da 7 pollici, navigatore satellitare, radio con comandi audio al volante, 9 altoparlanti, interfaccia wireless a riconoscimento vocale, cerchi in lega da 18 pollici, sistema di monitoraggio della pressione delle gomme, fari allo xenon con lavafari anteriori ad alta pressione. La garanzia è di tre anni/100.000 chilometri, una garanzia di sei anni contro la corrosione e un anno di assistenza stradale in caso di emergenza.

PREZZI – Ordinabile sin da subito presso i Concessionari Chevrolet, Malibu ha un eccellente rapporto qualità/prezzo: €31.000 (prezzo di listino chiavi in mano IPT esclusa) per la versione LTZ 2.0 diesel con cambio manuale e €32.300 per la medesima versione con cambio automatico.
LE MISURE – Grazie a un passo di 2.737 mm e a una larghezza di 1.855 mm, Chevrolet Malibu risulta ben piantata a terra. Il frontale è dominato dalla griglia sdoppiata Chevrolet con il cravattino allineato al centro e dal cofano con rigonfiamento centrale. I fari affusolati allo xenon conferiscono alla vettura un aspetto determinato. Le linee slanciate di Malibu si accompagnano a un’elevata efficienza aerodinamica. Lo spoiler integrato sul cofano posteriore con stop centrale montato in altezza separa il flusso dell’aria dal posteriore della vettura. Malibu è ottimamente insonorizzata dal rumore del vento, del motore e dalle vibrazioni.
INTERNI – L’abitacolo di Malibu è dotato del caratteristico cruscotto sdoppiato Chevrolet e di una consolle centrale integrata con schermo touch screen a colori da 7 pollici.
Il cruscotto prosegue naturalmente nelle portiere mentre gli alloggiamenti della strumentazione sono ispirati a quelli di Camaro. Vari punti del posto guida vengono evidenziati con la retroilluminazione blu ghiaccio a tubi luminosi caratteristica di Chevrolet, per esempio nella fascia ornamentale nera con accenti cromati che corre per l’intera lunghezza della plancia. Di serie è inclusa la radio con lettore CD collegata allo schermo touch screen a colori da 7 pollici e a un impianto premium con 9 altoparlanti. Lo schermo può essere utilizzato anche per il navigatore e per la visualizzazione di fotografie, ed è dotato di connessione wireless Bluetooth per utilizzare i cellulari grazie a un sistema di riconoscimento vocale. La radio è dotata di comandi al volante. Il bagagliaio ha una capacità di 545 litri; si può ampliare l’area di carico abbattendo i sedili posteriori in maniera asimmetrica (60/40). Tra le soluzioni di stivaggio intelligenti di serie c’è uno scomparto nascosto dietro il touch screen da 7 pollici. Ognuna delle tasche nelle portiere può contenere una bottiglia da 1 litro e il grande vano nella consolle centrale è ideale per riporre oggetti personali.
SEDILI – I sedili di Malibu contribuiscono significativamente alla sensazione di comfort e sono stati sottoposti a numerosi e approfonditi test di validazione in tutto il mondo. Trovare la posizione ideale è facile grazie allo sterzo regolabile in altezza ed inclinazione di serie e alla corsa di oltre 266 mm e ai 60 mm di regolazione in altezza del sedile. Di serie sono presenti i sedili anteriori riscaldati ed elettrici con funzione memory, sostegno lombare e rivestimenti sportivi in pelle.


ASSETTO – Malibu è dotata di sistema sterzante ZF. Tutte le versioni sono dotate di servosterzo elettrico montato sulla scatola dello sterzo, sistema di assistenza alla partenza in salita Hill-Start Assist e freno di stazionamento elettronico. I sensori di parcheggio posteriori sono di serie. Inoltre è disponibile il cruise control attivato dai comandi al volante. I freni anteriori ventilati di Malibu e quelli posteriori solidi sono dotati di pinze in alluminio e garantiscono un ottima capacità di frenata. La gamma completa di sistemi elettronici di controllo del telaio comprende: Controllo Elettronico della Stabilità (ESC), Controllo della Trazione (TC), ABS a quattro canali con Ripartitore Elettronico di Frenata, Sistema di Assistenza alla Frenata e Sistema di Compensazione Frenata Insufficiente.
MOTORE – Dotata di un motore diesel a quattro cilindri prodotto a Kaiserslautern in Germania, con iniezione common rail ad alta pressione, doppio albero a camme in testa ed un avanzato turbocompressore a geometria variabile con intercooler. Questo propulsore eroga 160 cv a 4.000 giri, con una coppia massima di 350 Nm a 1.750 giri. La velocità massima di Malibu è 213 km/h. Con il cambio manuale il diesel consuma 5,1 litri/100 km nel ciclo misto. Il diesel 2.0L può essere scelto con cambio manuale o automatico a sei velocità. Il cambio automatico è dotato di Driver Shift Control (DSC) che consente di cambiare marcia manualmente. Tra i comandi del cambio adattivo vi è la frenata automatica che impone al cambio di restare in una marcia bassa se il veicolo rallenta o procede a velocità ridotta in discesa.

SICUREZZA – Malibu ha ricevuto le cinque stelle dallo European New Car Assessment Programme (EuroNCAP) e risulta quindi tra le auto più sicure del proprio segmento. Le caratteristiche di Malibu in termini di sicurezza non si limitano ai sistemi di supporto elettronici. La sua struttura di resistenza agli urti è stata studiata per essere estremamente rigida e comprende zone deformabili anteriori e posteriori che assorbono l’energia prodotta in caso di urto. Tutti i modelli venduti in Europa saranno dotati di sei airbag, con airbag a doppio stadio per guidatore e passeggero anteriore, airbag montati sui sedili anteriori per la protezione di torace e bacino ed airbag inseriti nelle barre del tetto. Il rischio che guidatore e passeggeri soffrano di colpo di frusta viene ridotto grazie ai poggiatesta attivi. Di serie è anche la pedaliera collassabile. Le cinture di sicurezza anteriori a tre punti di ancoraggio sono dotate di pretensionatori e limitatori di carico. I sedili per bambini possono essere saldamente ancorati ai due sedili posteriori esterni utilizzando il collaudato sistema di fissaggio Isofix.
E’ dotata di:

– Controllo Elettronico della Stabilità (ESC) con sensore di imbardata integrato, accelerometro laterale e sensore dell’angolo di sterzata
– Controllo della Trazione (TC) che assicura trazione limitando la perdita di aderenza di una o entrambe le ruote anteriori
– ABS a quattro canali con Ripartitore Elettronico di Frenata (EBD), Controllo della Frenata in Curva (CBC), Sistema di Compensazione Frenata Insufficiente (Hydraulic Brake Fade Assist) e Sistema di Assistenza alla Frenata. L‘EBD distribuisce la pressione dei freni mentre il CBC entra in azione per correggere sovrasterzo o sottosterzo quando la vettura frena in curva. Il Sistema di Compensazione Frenata Insufficiente (Hydraulic Brake Fade Assist) compensa la perdita di capacità frenante in caso di frenate a fondo ripetute. Se è necessario effettuare una frenata di emergenza, il sistema di assistenza alla frenata aumenta la potenza frenante.
– Sistema di assistenza alla partenza in salita Hill-start Assist di serie
– Sensori di parcheggio posteriori di serie. Questo dispositivo utilizza un sistema di triangolazione per determinare la distanza di eventuali oggetti e attiva un allarme acustico se ci si avvicina troppo.

INTERVISTE – “In un momento di crisi di mercato generalizzato – ci dice l’AD Federico Sanguinetti Chevrolet ha fatto registrare lo scorso anno il miglior risultato globale negli ultimi 100 anni con 4,77 milioni di veicoli venduti nel mondo. Quest’anno siamo il quarto marchio mondiale per vendite con 2,48 milioni di veicoli venduti nel mondo (1° semestre). Ogni 17 auto vendute nel mondo, una è Chevrolet. In Italia questo primo semestre abbiamo ancora migliorato le vendite rispetto al 2011, superando le 20.000 immatricolazioni, in un mercato auto che segna un meno 19,9%

Malibu è la nuova ammiraglia di Chevrolet in Europa e uno dei dieci nuovi modelli che abbiamo lanciato negli ultimi 18 mesi,” ha dichiarato Susan Docherty, Presidente e Amministratore Delegato di Chevrolet Europe. “E’ una vettura splendida che offre ai clienti uno stile americano originale, raffinatezza e sicurezza a cinque stelle.

Potrebbe anche interessarti la STORIA DELLA MALIBU

Villa La Massa di Firenze – Appartenente al Gruppo Villa d’Este entra a far parte della prestigiosa associazione Grandi Giardini Italiani, network che rappresenta i più importanti giardini d’Italia. Il parco della Villa rinascimentale, situata a pochi chilometri da Ponte Vecchio, percorre nei suoi 9 ettari le rive dell’Arno e costituisce un esempio di rara bellezza e interesse naturalistico.

 

Giovanni Mancini

Ingegnere, pilota, giornalista appassionato da sempre di auto e motori. Segue la direzione di questo portale newsauto.it ed è direttore responsabile dei magazine Elaborare, Elaborare 4x4 ed Elaborare Classic da oltre 20 anni il riferimento degli appassionati. Nell'anno 2004 ha conseguito il titolo di Campione Italiano nel Campionato Velocità Turismo. Pilota attualmente attivo su gare in pista del Campionato Italiano Turismo e nei monomarca Seat e Renault. Tra le tante auto speciali provate ce n'è una in particolare (esclusiva italiana): la Mazda 787B vincitrice della 24H di Le Mans nel 1991.

Articoli Collegati

Guarda anche
Close
Back to top button